Archivio per 22 settembre 2009

“Al popolo non resta che un monosillabo per affermare e obbedire   Leave a comment


 

Da un post di Caramella Fondente

“Al popolo non resta che un monosillabo per affermare e obbedire. La sovranità gli viene lasciata solo quando è innocua o è reputata tale, cioè nei momenti di ordinaria amministrazione.”
(Mussolini – Preludio al Machiavelli, in Gerarchia dell’aprile 1924. S.e.D., vol. IV, pag.110).

“Quando mancasse il consenso, c’è la forza. Per tutti i provvedimenti anche i più duri che il Governo prenderà, metteremo i cittadini davanti a questo dilemma: o accettarli per alto spirito di patriottismo o subirli”.
(Mussolini – Disc. Risposta al Ministero delle Finanze, 7 marzo 1923 – S. e D., vol III, pag 82

« La stampa più libera del mondo intero é la stampa italiana. Il giornalismo italiano è libero perché serve
soltanto una causa e un regime; é libero perché, nell’ambito delle leggi del Regime, può esercitare,
e le esercita, funzioni di controllo, di critica, di propulsione. »
(Mussolini – Dalle parole rivolte ai giornalisti, a Palazzo Chigi, il 10 Ottobre 1928). – VI, 250 e 251.

“Il Fascismo è un fenomeno religioso, il prodotto di una razza. Il Fascismo è forza spirituale e religione.”
(Mussolini – Discorso di Cremona, del 19 giugno 1923 – III, 170)

“Ho la stessa idea vincente di Dio, la vittoria del bene sul male. Vi spiegherò il mio vangelo”.
(Berlusconi)
“Io il Gesù Cristo della politica” ” una vittima paziente che si sacrifica per tutti”.
(Berlusconi)

Pubblicato 22 settembre 2009 da sorriso47 in Attualità, berlusconi frasi celebri, Popoli e politiche

Quando l’Uomo di Potere..s’incontra e si fa carne con i “cosiddetti sani ideali” della Patria..della Famiglia..e di Dio..   Leave a comment


 

E’ una delle “sinergie” più pericolose per la “Vita” dell’essere umano…

I nostri militari morti In Afghanistan..

sono il “contributo” di samgue..

donato dal nostro Governo..

all’amico americano G.W.Bush..

Sono stati immolati…come circa i 3.000 americani delle Torri Gemelle..

agli interessi “petroliferi” delle Lobby Americane..

(e non per l’interesse del suo Popolo..che da questa guerra “Nefanda” ..

solo ha guadagnato..la sua Crisi..e la poverta’ economica dei suoi Ceti ..borghesi..e di quelli ancora più poveri..

(quelli cioè..dei nostri pensionati al minimo..e delle famiglie senza lavoro..)

 

Era molto più “educativo” per la Nostra Patria..

aver celebrato i funerali di Stato..per il Giudice Falcone..per il Giudice Borsellino..

per il Giudice Livatino..

Vi consiglio di leggere e riflettere..su questo profondo articolo di santaruina..dal blog ..”tra cielo e terra”

e che riporto unicamente qui..per la necessaria immediatezza della sua lettura ..e poi..

”chi vuole intendere..intenda..” come diceva una volta il nostro Maestro..il figlio di dio..Gesù..di Nazaret..

 

Potere e delinquenza

 

Nelle democrazie centraliste il governo è un mestiere e in genere esclude ogni altro genere di attività.

Per questo deve fare concorrenza ad altre professioni, di pari dignità e status, per reclutare il personale che le occorre.
La direzione di un partito politico moderno non offre incentivi economici e intellettuali superiori a quelli forniti dal settore tecnologico, dalle professioni o alte cariche della pubblica amministrazione: l’attrattiva che probabilmente presenta per un certo tipo di individui dipende soprattutto dal valore che questi individui attribuiscono al potere di modificare l’esistenza altrui.
[…]
Per questo nelle società centralizzate c’è la tendenza di trovare il personale adatto a queste attività sempre più tra coloro determinati a soddisfare il proprio desiderio di potere, di controllo, di egemonia sugli altri.
[…]
Nelle democrazie sociali, tra la persona che ambisce ad una funzione e la funzione stessa si interpone il meccanismo elettorale ed il sistema dei partiti, che implica la necessità di indurre vaste fette dell’elettorato, con capacità e sensibilità diverse, a far vincere quel candidato nelle urne.
In un meccanismo di questo tipo, onestà e altruismo possono essere uno svantaggio davanti alla furbizia e a una ambizione risoluta.
Per giunta, mentre l’altruismo e l’idealismo sociale possono trovare facili sbocchi in altri campi, come quelli della ricerca scientifica, della medicina, della religione, che comportano tutti un prestigio intellettuale e sociale ricco di soddisfazioni, la centralizzazione del potere attira inevitabilmente verso gli apparati amministrativi chi considera il potere un fine a sé.
[…]
Forse non è vero che il parlamento sia una cricca di individui cinici e privi di scrupoli che fanno solo i propri interessi e si danno da fare solamente per conservare la loro poltrona.
Me è d’altra parte vero che se si presume che le cose stiano esattamente in questo modo e che i singoli politici siano proprio così, si riuscirà a indovinare il loro comportamento nove volte su dieci.

Alex Comfort,Potere e delinquenza Eleuthera, 1950. p 50-53

Potere e delinquenza di Alex Comfort rappresenta una delle più lucide disamine sui meccanismi della gestione del potere mai scritte.
Comfort analizza i comportamenti criminali all’interno della società, e osserva come essi si possano dividere in due categorie: quelli condannati dalla comunità e quelli socialmente accettati.
Questi ultimi sono quelli perpetuati da coloro che esercitano il potere: i governi possono ordinare omicidi, furti, prevaricazioni e farlo all’interno della “legalità”, e perfino comportamenti palesemente sociopatici possono rientrare nella “normale amministrazione” della gestione del potere stesso.
Nel corso del libro Comfort analizza quindi il rapporto esistente tra le democrazie moderne e la propensione alla delinquenza dei suoi rappresentanti:

I giudizi che contano e sui quali dobbiamo fondare le nostre valutazioni sullo Stato moderno riguardano piuttosto questi interrogativi:
– primo, se esso attragga gli psicopatici in modo selettivo;
– secondo, se l’impulso al potere sia in quanto tale la manifestazione di un’attitudine delinquente, in qualcuno o in tutti quelli in cui è riscontrabile;
– terzo e ultimo, se le forme istituzionali accrescano e favoriscano l’anormalità in coloro che detengono il potere.

Comfort tende a rispondere affermativamente a tutti e tre i quesiti.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: