John Fitzgerald Kennedy mori perchè si mise contro la Federal Reserve Bank   Leave a comment


J.F.Kennedy e suo fratello Robert


Vi rimando a questo interessante articolo del sito web,L’altra informazione..

sono convinto che vi aprirà gli occhi su molte verità nascoste 

e molte questioni attuali

come il debito pubblico che affligge ,l’Occidente..

http://www.altrainformazione.it/wp/jf-kennedy-contro-la-federal-reserve/

J.F. KENNEDY CONTRO LA FEDERAL RESERVE

DI JOHN P. CURRAN

The Truth Seeker

Il 4 Giugno del 1963,

un decreto presidenziale virtualmente sconosciuto,

Ordine Esecutivo 11110,

fu firmato impedendo alla Federal Reserve Bank

di prestare soldi a interesse al Governo Federale degli Stati Uniti.

Con un colpo di penna, il presidente Kennedy dichiarò che la Federal Reserve Bank, di proprietà di privati, sarebbe presto fallita.

La Christian Law Fellowship ha ricercato questo evento nel Registro Federale e nella biblioteca del Congresso.

Possiamo tranquillamente concludere che quest’Ordine Esecutivo

non è mai stato abrogato, corretto o superato da nessun Ordine Esecutivo successivo.

In parole semplici, è ancora valido.

Dopo che il presidente John Fitzgerald Kennedy –

l’autore di “Profiles in Courage” – lo firmò,

l’Ordine tornò al governo federale, precisamente al Dipartimento del tesoro,

autorizzato costituzionalmente

a creare ed emettere la valuta senza passare attraverso la Federal Reserve Bank, di privati.

L’ordine esecutivo 11110 del presidente Kennedy (il testo completo è sotto) dette al dipartimento del tesoro il potere esplicito: “di emettere certificati d’argento a fronte di ogni lingotto di argento, dollari d’argento della Tesoreria.” Questo significa che per ogni oncia di argento nella cassaforte della Tesoreria degli Stati Uniti, il governo poteva introdurre soldi in circolazione basandosi sui lingotti d’argento fisicamente presenti.

Come risultato, più di 4 miliardi di dollari in banconote degli Stati Uniti sono stati messi in circolazione in tagli da 2 e 5 dollari. Le banconote da 10 e 20 dollari degli Stati Uniti non hanno mai circolato ma furono stampate dal Dipartimento del Tesoro quando Kennedy fu assassinato. Sembra ovvio che il presidente Kennedy sapesse che l’uso delle banconote della Federal Reserve come presunta valuta legale fosse contrario alla Costituzione degli Stati Uniti d’America.

Le “Banconote degli Stati Uniti” furono emesse come valuta senza interessi e senza debiti avvallate dalle riserve d’argento nella Tesoreria degli Stati Uniti.

Abbiamo confrontato una “Banconota della Federal Reserve” emessa dalla banca centrale privata degli Stati Uniti (la Federal Reserve Bank o Federal Reserve System), con una “Banconota degli Stati Uniti” della tesoreria americana, emessa grazie all’ordine esecutivo del Presidente Kennedy. Sono quasi identiche ad eccezione del fatto che una riporta la dicitura “Banconota della Federal Reserve” e l’altra “Banconota degli Stati Uniti”. Inoltre, quella della Federal Reserve ha marchio e numero di serie verdi, e quella degli Stati Uniti a marchio e numero di serie rossi.

Il Presidente Kennedy fu assassinato il 22 novembre del 1963

e le banconote degli Stati Uniti che lui aveva furono immediatamente tolte dalla circolazione.

Le banconote della Federal Reserve continuarono a fungere da valuta legale della nazione.

I Servizi Segreti americani confermano che il 99% delle banconote in circolazione erano nel 1999 banconote della Federal Reserve.

 

Inoltre c’è un personaggio particolare che dobbiamo conoscere.

E. Howard Hunt

Everette Howard Hunt, Jr. (9 ottobre 1918 – 23 gennaio 2007) è stato un americano ufficiale dei servizi segreti e scrittore . Ha  servito per molti anni come impiegato della CIA . Hunt, con G. Gordon Liddy e altri, è stata una delle Casa Bianca di Nixon ” idraulici “-” una squadra segreta di agenti incaricati di fissare le perdite “. Hunt, insieme a Liddy, progettato la rapina prima Watergate , e le altre operazioni sotto copertura per Nixon. Nella successiva scandalo Watergate , Hunt è stato condannato per furto con scasso , cospirazione e intercettazioni , alla fine servono 33 mesi di carcere.”

Proseguendo al finale di questa pagina,si legge :

“Nel corso degli ultimi anni e mesi di vita di Hunt, ha fatto diversi reclami circa l’assassinio del presidente John F. Kennedy, come riportato dal figlio Saint John Hunt . In registrazioni audio, discussioni e scritti, Hunt ha detto (secondo suo figlio) che lui e molti altri sono stati coinvolti in una cospirazione per uccidere il presidente Kennedy. [ 53 ] Ha detto che il nome in codice i cospiratori hanno dato per l’operazione era “il grande evento. ” I cospiratori altri presunti incluso David Phillips , Cord Meyer , Frank Sturgis , David Morales , William Harvey , un uomo armato francese , Lucien Sarti , che ha lavorato per la mafia , e Lyndon B. Johnson . [ 54 ] [ 53 ]

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: