l’esperienza più desiderata che vorrei accadesse nella mia vita   Leave a comment


nella categoria: Esperienze di vita del sito web www.riflessioni.it  ho trovato questo racconto che ha per me del meraviglioso..

Emanuela 2007 scrive cosa le è successo una notte,il sogno che ha fatto e che le ha cambiato la vita..

 

Quella che il bruco chiama fine del mondo
il resto del mondo chiama farfalla.
(il libro della via e della virtù – Lao Tze)
Sintesi della mia esperienza

………………………………………

A questo punto mi sono sentita sollevare ai lati del corpo e salivo insieme al mio  respiro ai lati dell’orizzonte che si schiariva ed andavo a formare il cielo. Ad ogni respiro formavo nuove particelle che andavano ad addossarsi al cielo e formavano parte di esso. Piano piano tutto il mio corpo perdeva la sua individualità e diventava tutto. E’ così difficile da spiegare perché una sensazione così non esiste in questa dimensione terrena. Ad un certo punto ho visto all’orizzonte un puntino rosso luminoso che si è aperto e dal quale è uscita una luce bianca bellissima, abbagliante ma che potevi guardare, che ha invaso tutto il cielo e ho sentito una sensazione di gioia immensa, di pace, amore, felicità inesprimibile. Un senso di galleggiamento nel Tutto. Mi si è aperto il petto sotto lo sterno e questa luce ha cominciato a sfavillarmi dentro il corpo, le particelle di luce e di energia entravano e permeavano tutte le mie cellule. Quando tutto il mio corpo era pieno di questa forza, luce ed energia ha cominciato ad aprirsi per donarsi completamente al Tutto ed a richiudersi per riceverlo, aprirsi e richiudersi, aprirsi e richiudersi al Tutto ed ho avuto una sensazione fortissima, come un orgasmo di tutto il mio corpo con l’Universo. Ero luce e amore e ho detto: “Ecco adesso sto morendo, ma questa non è la morte, questa è la vita!!”.
Ho pensato che era una cosa meravigliosa e che la morte era quello che mi lasciavo alle spalle e che questo era il vero significato dell’esistenza. Ho provato a pensare a cosa lasciavo e ho pensato a mio marito e mia madre ai quali ero molto legata, ma non ho sentito alcun dispiacere o senso di distacco perché io ero loro e loro erano in me, non c’era alcuna separazione. Ho guardato i nostri attaccamenti materialistici: la casa nuova, l’automobile, gli oggetti preziosi, i nostro obiettivi e ho sentito una grande pena e senso di compassione e mi sono resa conto di quanto siamo stupidi ad affannarsi per tutto ciò, perché il vero senso della vita era la pura Esistenza che stavo vivendo.
Poi volevo gettarmi in questa luce, ma c’era una forza che mi teneva lontana e me lo impediva, ho provato a riprendere
coscienza del mio corpo e mi sono detta: “proviamo a muovere un piede per vedere se mi riesce”. Ho mosso un piede…
Era la mattina alle 6, era l‘alba di una notte torrida ed io mi sono ritrovata fredda gelata nel mio letto. Ero pervasa da tutta un’energia che mi sembrava di danzare sul letto, mi sono alzata, vestita e sono corsa fuori e vedere l’alba. Mentre camminavo nei campi con i miei cani, vedevo tutto bellissimo, pieno di luce e di magia, cantavo, ero felice come non lo sono mai stata, senza un motivo, sentivo un amore sconfinato verso tutto e verso tutti. Emanuela

http://www.riflessioni.it/esperienze/notte.htm

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: