Nuova scoperta per combattere la Malattia di Huntington   Leave a comment


 

neuromed

 

Un team di giovani ricercatori ha scoperto che una molecola (GM1), particolarmente abbondante nel cervello sano, e’ ridotta nel cervello di modelli sperimentali e in cellule di epidermide di pazienti affetti dalla malattia di Huntington. La somministrazione di questa molecola in un modello sperimentale di malattia, corregge la disfunzione e abolisce il deficit motorio.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati dalla prestigiosa rivista americana

Proceedings of the National   Academy of Sciences (PNAS).

Lo studio mostra per la prima volta che il trattamento con GM1 ripristina la normale funzione motoria e rallenta la progressione della malattia in un modello sperimentale di Huntington. Un tale risultato potrebbe offrire interessanti sviluppi per la Malattia di Huntingon e dare nuove speranze per identificare l’uso di GM1 come possibile target terapeutico per questa devastante malattia.

Lo studio, diretto dalla Dr.ssa Simonetta Sipione, presso il dipartimento di farmacologia dell’ Universita’ dell’Alberta e’ stato condotto da due giovani ricercatori italiani, la Dr.ssa Alba Di Pardo e il Dr. Vittorio Maglione.

I due ricercatori sono ora tornati in Italia per continuare le loro ricerche presso l’Istituto Neuromed

nel laboratorio di Neurogenetica diretto dal Dr. Ferdinando Squitieri,

uno dei massimi esperti della Malattia di Huntington

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: