La colpa è dei politici.. pensano solo ai loro interessi.La gente non ce la fà più…e si ammazza perchè gli portano via anche la casa.   Leave a comment


Equitalia, “Non siamo noi i cattivi”
Sportelli “amici” e fondo di garanzia

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera incontra il presidente della Regione Liguria: “Dallo scorso luglio 270 episodi di intimidazione”.  accordo banche- Regione
Equitalia, "Non siamo noi i cattivi" Sportelli "amici" e fondo di garanzia
Attilio Befera

“Non siamo noi i cattivi”. Il direttore generale dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera a Genova difende il suo lavoro e quello dei suoi dipendenti. “Abbiamo ricevuto 270 episodi di intimidazione dal luglio scorso (l’ultimo – un allarme bomba- poche ore prima del suo incontro nel palazzo della Regione).

Facciamo il possibile per venire incontro alla gente, ma dobbiamo applicare le leggi.

Il legislatore modifichi le norme e le alleggerisca.

Siamo stati noi a due anni fa a presentare la proposta di compensare i crediti verso lo Stato con i debiti fiscali: la proposta però è ferma al Parlamento.

Stiamo soffrendo anche noi. La situazione è drammatica, ma siamo pronti a dare la nostra massima collaborazione”.
Befera risponde all’appello del presidente della Regione Claudio Burlando.

Dall’incontro è emerso un piano in tre punti.

Il primo: entro il primo giugno apriranno in Liguria quattro sportelli amici, uno per ogni provincia, in collaborazione con Agenzia delle Entrate, Camera di Commercio, associazioni degli imprenditori e dei consumatori, per dare informazioni alla gente e ascoltare i problemi.

La Regione attiverà inoltre un fondo di garanzia con tre milioni di euro per permettere alle imprese piccole e piccolissime, sotto i 25 dipendenti, di pagare i debiti con il fisco, fino ad un massimo di 25.000 euro.

Il terzo punto è quello più complicato perché richiede ancora il via libera con le banche, si lavorerà per permettere alle imprese di scontare i loro crediti nei confronti della Regione ottenendo la certezza sui tempi di pagamento in cambio di una commissione.
“Ci siamo posti il problema di venire incontro alle difficoltà della gente _ spiega Burlando _ Befera ci ha dato il suo appoggio e ci ha anche detto che questo è un caso pilota, che potrebbe anche essere esteso ad altre realtà”.

(09 maggio 2012)

 

Alla già tragicamente lunga lista di suicidi per debiti, si somma il nome di Italo Agus,

artigiano edile di 64 anni, morto impiccato nella sua casa dopo aver ricevuto una cartella di Equitalia da 30.000 euro e dopo che gli è stata pignorata la casa.

Da quattro anni l’artigiano non trovava lavoro e non sapeva più come pagare i debiti. La tragedia a Teglia, in piazza De Caroli. Un parente ha scoperto il cadavere: la morte risale a due giorni fa. L’uomo si è tolto la vita stringendosi attorno al collo la corda delle tapparelle.
Un recente sondaggio dalla community di Republica
 Genova-CSS ha bocciato Equitalia,
cattiva e aggressiva. Più di un genovese su due ha dato un giudizio negativo su Equitalia, solo uno su quattro la salva. Univoche le risposte dei 794 intervistati.
 

Più i contribuenti hanno avuto rapporti con la struttura e maggiore è il giudizio negativo. Come uscirne? Tre intervistati su quattro pensano che Equitalia “dovrebbe essere più permissiva con i contribuenti che attraversano un momento di difficoltà”, percentuale che diventa di quattro persone su cinque nella fascia maggiormente produttiva, quella tra i 35 e i 54 anni.

E il giudizio è talmente negativo che oltre il cinquanta per cento degli intervistati sarebbe favorevole al fatto che il Comune incarichi un altro soggetto per il servizio di riscossione.

Mette le mani avanti il direttore generale dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera, un paio di settimana fa proprio a Genova per incontrare il presidente della Regione Liguria.

“Non siamo noi I cattivi”, disse con gli occhi lucidi . “Facciamo il possibile per venire incontro alla gente, ma dobbiamo applicare le leggi. Stiamo soffrendo anche noi. La situazione è drammatica, ma siamo pronti a dare la nostra massima collaborazione”.

(23 maggio 2012)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: