Passioni umane..Amore..Pazzia..(la visione del Sabba- 1988 Marco Bellocchio)   Leave a comment


Nato a Piacenza il 9 novembre 1939, dopo aver completato gli studi presso istituti religiosi, si iscrive alla facoltà di Filosofia della Cattolica di Milano.
Nel 1959 decide di trasferirsi a Roma per frequentare il Centro Sperimentale di Cinematografia. In seguito segue i corsi di cinema della Slade School of Fine Arts di Londra, quando ha già diretto i cortometraggi Abbasso lo zio(1961), La colpa e la pena (1961) e Ginepro fatto uomo (1962). Appassionato di Visconti e di Renoir, nonché del cinema “provinciale” di Antonioni e di Fellini, nel 1965 esordisce nella regia con I pugni in tasca, ritratto dissacrante e grottesco epitaffio dedicati all’istituzione della famiglia. Come protagonista maschile di questo film di rottura vorrebbe Gianni Morandi, ma il produttore discografico si oppone categoricamente ordinando al giovane cantante di Monghidoro di mietere altrove i suoi successi, soprattutto nelle piazze affollate del Cantagiro. Il posto viene occupato da un altro ragazzo, un anglosvedese che frequenta il Centro Sperimentale, Lou Castel, che si rivelerà presto l’attore più emblematico del suo cinema. Due anni dopo continua a mettere sotto accusa i mali della società borghese, senza trascurare critiche nei confronti dei falsi rivoluzionari in La Cina è vicina (1967), mentre il suo nome viene sempre più accostato a quello di un altro illustre emiliano, Bernardo Bertolucci, anche lui autore di un eccellente debutto (Prima della rivoluzione, 1964).
Considerato uno dei registi italiani più politicamente impegnati, negli anni ’70 si spinge nell’interno delle istituzioni per denunciarne violenze, soprusi ed ingiustizie. Un collegio (Nel nome del padre, 1972), il manicomio (Matti da slegare – Nessuno o tutti, 1975), o l’ambiente militare (Marcia trionfale, 1976). La lotta sembra proseguire anche nell’ambito della sua vita privata. “Sono uno in perenne lotta contro la normalità, perché credo che la normalità non sia compatibile con la ricerca artistica.”
A metà degli anni ’80 riceve molte critiche per essersi fatto affiancare dal suo psicanalista Massimo Fagioli durante la lavorazione de Il diavolo in corpo (1986). In seguito, sempre con Fagioli, si avvia verso un lungo periodo di esplorazione cinematografica dell’inconscio. Nel 1997 porta sullo schermo un testo di Heinrich von Kleist, Il principe di Homburg (presentato al Festival di Cannes) con cui riscuote un grande successo di critica e di pubblico, riconfermandosi regista lucido, rigoroso e appassionato. Successo ugualmente destinato ad un’altra trasposizione cinematografica, stavolta di Pirandello (La balia, 1999). Ma è già pronto per tornare a volgere la sua attenzione verso i dilemmi dei giorni nostri, come quello di un padre laico (Sergio Castellitto) indeciso se far frequentare o meno al proprio figlio L’ora di religione, oppure di offrirci una lettura del tutto intimistica e personale del sequestro di Aldo Moro con Buongiorno, notte(2003). Nel 2006 ritorna in grande stile, applauditissimo dalla critica, con il film Il regista di matrimoni, protagonista di nuovo Sergio Castellitto, al centro di una nuova riflessione sulla religiosità e sul conflitto fra artista e società.

Nel 2009 ha partecipato come unico italiano al festival di Cannes, selezionato in concorso. Il suo film Vincere, dedicato alla moglie segreta di Mussolini, non ha ricevuto nessun premio ma ha diversi elogi soprattutto dalla stampa straniera.

Rigoletto a Mantova (regia)  Marco Bellocchio   2015
Sangue del mio sangue(regia, sceneggiatura)  Marco Bellocchio  2015
Bella addormentata(regia, sceneggiatura, soggetto)  Marco Bellocchio  2012
Sorelle Mai(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   2010
Vincere(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   2009
Il regista di matrimoni(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   2006

Buongiorno notte(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   2003

Stessa rabbia stessa primavera(attore)   Stefano Incerti  2003
L’ora di religione(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   2001
La balia(regia)   Marco Bellocchio    1999
Il principe di Homburg (2)(regia)    Marco Bellocchio   1997
Il sogno della farfalla(regia)    Marco Bellocchio    1994
La condanna(regia)   Marco Bellocchio  1991
La visione del sabba(regia)  Marco Bellocchio  1988
Diavolo in corpo(regia)   Marco Bellocchio   1986
Enrico IV (2)(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   1984
Gli occhi, la bocca(regia)   Marco Bellocchio    1982
Salto nel vuoto(regia)   Marco Bellocchio   1980
Il gabbiano (2)(regia)   Marco Bellocchio   1977
Marcia trionfale(regia)   Marco Bellocchio   1976
Matti da slegare(regia)   Marco Bellocchio, Sandro Petraglia, Silvano Agosti, Stefano Rulli  1975
Nel nome del padre (1)(regia)   Marco Bellocchio   1972
Sbatti il mostro in prima pagina(attore, regia)   Marco Bellocchio   1972
Amore e rabbia(regia)   Bernardo Bertolucci, Carlo Lizzani, Jean-Luc Godard, Marco Bellocchio, Pier Paolo Pasolini  1969
La Cina è vicina(regia)  Marco Bellocchio   1967
I pugni in tasca(regia)   Marco Bellocchio   1965
Abbasso il zio(regia)   Marco Bellocchio   1961

Struggente canzone, datata 1955 ed ispirata al suicidio del principe Raimondo Lanza di Trabia, nella sua versione originale.

un grande film  “Sorelle mai”

http://vk.com/search?c%5Bq%5D=sorelle%20mai&c%5Bsection%5D=video&c%5Bsort%5D=2&z=video77569995_165130168

(per vedere il film..è necessario..cambiare il DSN del vostro computer. è una operazione facile..basta seguire la procedura di questo link  .

Molti di voi (coloro che usano DNS italiani) si saranno accorti che nelle scorse ore molti siti usati per la condivisione di file (siti di filesharing) non sono funzionanti perché sono stati oscurati dai provider italiani di servizi internet.
Tra i siti oscurati troviamo: Firedrive.com , Rapidgator.net , Vmail.ru , Video.tt, VK.com e forse altri.
Alcuni siti hanno cambiato dominio, altri forse lo faranno ma l’unica vera soluzione ècambiare i DNS.

Cambiare i DNS.

Dovete cambiare i vostri DNS Standard con dei DNS esteri, vi consigliamo i DNS di google oppure i DNS di Opendns. In alternativa, Se non riuscite a cambiare i dns, potete usare il BROWSER “COMODO” con dns propri incorporati.

GoogleDNS:
Primario: 8.8.8.8
Secondario: 8.8.4.4

OpenDNS:
Primario: 208.67.222.222
Secondario: 208.67.220.220

La Procedura
La procedura varia a seconda del sistema operativo, Qui elencheremo i più usati, per gli altri basta fare una ricerca su google digitanto “cambio DNS” + il vostro sistema operativo.

http://www.cb01.eu/siti-filesharing-oscurati-soluzione-guida-cambio-dns/

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: