Archivio per la categoria ‘delirio personale

THE WONDER OF THE GOOD…..COMPASSIONATE…. ORIGINAL CONSCIOUSNESS IN EVERY CREATURES’ INSTINCT   Leave a comment


A female mate was hit by a car as she swooped low across the road, and the condition was soon fatal.

passero 1

Her male mate brought her food and attended her with love and compassion.

passero 2

He brought her food again, but was shocked to find her dead.

passero 3

He tried to move her – a rarely seen effort.

passero 4

Aware that his mate was dead and would never come back to him again, he cried with adoring love…

passero 6

…and stood beside her with sadness and sorrow.

passero 5

Millions of people were touched after seeing these photos in America , Europe, Australia , and even India .

The photographer sold these pictures for a nominal fee to the most famous newspaper in France .

All copies of that edition were sold out on the day these pictures were published.

And many people think animals and birds don’t have brains or feelings.

You have just witnessed love and sorrow felt by one of Nature’s best.

Live simply, love generously, care deeply, and speak kindly.

Il Dio della Creazione..è anche il Dio degli Scienziati   Leave a comment


(OGGI E’ IL MIO COMPLEANNO..QUESTO POST..E’ IL MIO RINGRAZIAMENTO…AL CREATORE DELL’UNIVERSO…)

 andrea firenze rit.

Una delle prime parole di Dio agli uomini

Genesi

1,1 In principio Dio creò il cielo e la terra. 2 La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l’abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque.
3 Dio disse: «Sia la luce!». E la luce fu.

4 Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dalle tenebre 5 e chiamò la luce giorno e le tenebre notte. E fu sera e fu mattina: primo giorno.

6 Dio disse: «Sia il firmamento in mezzo alle acque per separare le acque dalle acque». 7 Dio fece il firmamento e separò le acque, che sono sotto il firmamento, dalle acque, che son sopra il firmamento. E così avvenne. 8 Dio chiamò il firmamento cielo. E fu sera e fu mattina: secondo giorno.

 

9 Dio disse: «Le acque che sono sotto il cielo, si raccolgano in un solo luogo e appaia l’asciutto». E così avvenne. 10 Dio chiamò l’asciutto terra e la massa delle acque mare. E Dio vide che era cosa buona.

11 E Dio disse: «La terra produca germogli, erbe che producono seme e alberi da frutto, che facciano sulla terra frutto con il seme, ciascuno secondo la sua specie». E così avvenne:

12 la terra produsse germogli, erbe che producono seme, ciascuna secondo la propria specie e alberi che fanno ciascuno frutto con il seme, secondo la propria specie. Dio vide che era cosa buona. 13 E fu sera e fu mattina: terzo giorno.

 

HPIM0677

 

animali ciclamini

 

HPIM0647

 

rosa GIF

 

 

rosa rossa stupenda


14 Dio disse: «Ci siano luci nel firmamento del cielo, per distinguere il giorno dalla notte; servano da segni per le stagioni, per i giorni e per gli anni 15 e servano da luci nel firmamento del cielo per illuminare la terra». E così avvenne: 16 Dio fece le due luci grandi, la luce maggiore per regolare il giorno e la luce minore per regolare la notte, e le stelle. 17 Dio le pose nel firmamento del cielo per illuminare la terra 18 e per regolare giorno e notte e per separare la luce dalle tenebre. E Dio vide che era cosa buona. 19 E fu sera e fu mattina: quarto giorno.

 

animali firmamento

 

stelle

Cassiopeia nube di detriti

 

Andrea Barghi aurore boreali 5

 

cielo stellato alberi

luna 2

 

20 Dio disse: «Le acque brulichino di esseri viventi e uccelli volino sopra la terra, davanti al firmamento del cielo». 21 Dio creò i grandi mostri marini e tutti gli esseri viventi che guizzano e brulicano nelle acque, secondo la loro specie, e tutti gli uccelli alati secondo la loro specie. E Dio vide che era cosa buona. 22 Dio li benedisse: «Siate fecondi e moltiplicatevi e riempite le acque dei mari; gli uccelli si moltiplichino sulla terra». 23 E fu sera e fu mattina: quinto giorno.

 

animali cetaceo

 

animali piovra

 


24 Dio disse: «La terra produca esseri viventi secondo la loro specie: bestiame, rettili e bestie selvatiche secondo la loro specie». E così avvenne: 25 Dio fece le bestie selvatiche secondo la loro specie e il bestiame secondo la propria specie e tutti i rettili del suolo secondo la loro specie. E Dio vide che era cosa buona.

26 E Dio disse: «Facciamo l’uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza,

 

e domini sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutte le bestie selvatiche

e su tutti i rettili che strisciano sulla terra».

 

 

 

 

27 Dio creò l’uomo a sua immagine;
a immagine di Dio lo creò;
maschio e femmina li creò.

HPIM0589

Botticelli nascita venere_20130110_1919013198

28 Dio li benedisse e disse loro:
«Siate fecondi e moltiplicatevi,
riempite la terra;
soggiogatela e dominate
sui pesci del mare
e sugli uccelli del cielo
e su ogni essere vivente,
che striscia sulla terra».
29 Poi Dio disse: «Ecco, io vi do ogni erba che produce seme e che è su tutta la terra e ogni albero in cui è il frutto, che produce seme: saranno il vostro cibo. 30 A tutte le bestie selvatiche, a tutti gli uccelli del cielo e a tutti gli esseri che strisciano sulla terra e nei quali è alito di vita, io do in cibo ogni erba verde». E così avvenne. 31 Dio vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona. E fu sera e fu mattina: sesto giorno.

 

2,1 Così furono portati a compimento il cielo e la terra e tutte le loro schiere. 2 Allora Dio, nel settimo giorno portò a termine il lavoro che aveva fatto e cessò nel settimo giorno da ogni suo lavoro.

3 Dio benedisse il settimo giorno e lo consacrò, perché in esso aveva cessato da ogni lavoro che egli creando aveva fatto. 4 Queste le origini del cielo e della terra, quando vennero creati.
Quando il Signore Dio fece la terra e il cielo, 5 nessun cespuglio campestre era sulla terra, nessuna erba campestre era spuntata – perché il Signore Dio non aveva fatto piovere sulla terra e nessuno lavorava il suolo 6 e faceva salire dalla terra l’acqua dei canali per irrigare tutto il suolo –;

 

 

7 allora il Signore Dio plasmò l’uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l’uomo divenne un essere vivente.

(la Creazione di Adamo..sullo sfondo il monte della Verna visto da dietro)

 

8 Poi il Signore Dio piantò un giardino in Eden, a oriente, e vi collocò l’uomo che aveva plasmato.

 

giardino delle rose

 

9 Il Signore Dio fece germogliare dal suolo ogni sorta di alberi graditi alla vista e buoni da mangiare,

 

HPIM0492  albero meraviglioso

tra cui l’albero della vita in mezzo al giardino e l’albero della conoscenza del bene e del male.

 

10 Un fiume usciva da Eden per irrigare il giardino, poi di lì si divideva e formava quattro corsi. 11 Il primo fiume si chiama Pison: esso scorre intorno a tutto il paese di Avìla, dove c’è l’oro 12 e l’oro di quella terra è fine; qui c’è anche la resina odorosa e la pietra d’ònice. 13 Il secondo fiume si chiama Ghicon: esso scorre intorno a tutto il paese d’Etiopia. 14 Il terzo fiume si chiama Tigri: esso scorre ad oriente di Assur. Il quarto fiume è l’Eufrate.

15 Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse.
16 Il Signore Dio diede questo comando all’uomo: «Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino,

17 ma dell’albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, quando tu ne mangiassi, certamente moriresti».

 

 

Adamo ed Eva 1,6 mb

18 Poi il Signore Dio disse: «Non è bene che l’uomo sia solo: gli voglio fare un aiuto che gli sia simile».

19 Allora il Signore Dio plasmò dal suolo ogni sorta di bestie selvatiche e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all’uomo, per vedere come li avrebbe chiamati: in qualunque modo l’uomo avesse chiamato ognuno degli esseri viventi, quello doveva essere il suo nome. 20 Così l’uomo impose nomi a tutto il bestiame, a tutti gli uccelli del cielo e a tutte le bestie selvatiche, ma l’uomo non trovò un aiuto che gli fosse simile.

 

bonobo Andrea    castori con fiore

 

cani 2    cavallo 2

 

Aquarium photography is one of the most challenging environments to make good images, specifically, the photographer has to deal with dark conditions, rapidly moving subjects, and distracting parasitic reflections.

Aquarium photography is one of the most challenging environments to make good images, specifically, the photographer has to deal with dark conditions,  rapidly moving subjects, and distracting parasitic reflections.

coniglietti tumblr_ndp87qCzaZ1rmdodwo1_500

 

gatti 12

gatto 2

uccello 3

uccello 2

 

Andrea Barghi aquila 1

Andrea Barghi aquila 1

 

A Leopard cub being extremely cautious with our presence but at the same time super curious. Image captured in the Mara North Conservancy in Kenya.

A Leopard cub being extremely cautious with our presence but at the same time super curious. Image captured in the Mara North Conservancy in Kenya.

 

Female Chameleon, Reptile Park Madagaskar. Chameleon couples stay together until the end. Divorce is not an option it is more  an act of nature until there end of time arrives.

Female Chameleon, Reptile Park Madagaskar. Chameleon couples stay together until the end. Divorce is not an option it is more an act of nature until there end of time arrives.

 

animali canarino

 

animali capretta

 

animali cerbiatto

 

animali cervo

 

animali cervo 1

animali cervo 1

 

animali elefanti

 

animali fenicotteri rossi

 

animali foto ricordo 1

 

animali gatta

 

animali giraffa

 

animali gufo

 

animali leone

 

animali leonessa

 

animali lince 1

 

animali lupo

 

animali lupo bianco

 

animali orso 1

 

animali orso bianco

 

animali pantera nera 1

 

animali pentera nera

 

animali pinguini

 

animali procione

 

animali pulcini

 

animali rana

 

animali rana 1

 

animali scoiattolo

 

animali tigre

 

animali topini

 

animals lupi

21 Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull’uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto.

22 Il Signore Dio plasmò con la costola, che aveva tolta all’uomo, una donna e la condusse all’uomo.

yoga 6

nude meditation

 

23 Allora l’uomo disse:
«Questa volta essa
è carne dalla mia carne
e osso dalle mie ossa.

woman's genitalia         vagina fiore 9

La si chiamerà donna
perché dall’uomo è stata tolta».

24 Per questo l’uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne.

coppia nuda

coppia a colori

 

25 Ora tutti e due erano nudi, l’uomo e sua moglie, ma non ne provavano vergogna.

 

Una delle ultime parole di Dio agli uomini ,alla fine dei tempi(Nikola Tesla)

 

 

Nikola Tesla (in serbo Никола Тесла[?]) (Smiljan, 10 luglio1856New York, 7 gennaio1943) è stato un ingegnere elettrico, inventore e fisicoserbonaturalizzatostatunitense[1][2] nel 1891.

nikola tesla

 

La mia mente è solo un ricevitore.

Nello Spazio Cosmico c’è il Nucleo dal quale

tutti attingono il sapere,le forze, e l’ispirazione.

Non sono penetrato nei suoi segreti ma sò che esiste..” (Nikola Tesla)

 

 

Molte persone credono in dio;

per alcuni è Gesù Cristo,oppure qualcosa del genere,

e per altri è un mondo d’informazioni

che tutto sà e tutto capisce

e sostiene quelli che cercano di vivere seguendo la virtù,

aiutando nella vita ed in situazioni senza sbocco

anche nella scienza. “

 

 

I metodi creativi di Tesla ci costringono ad assumere o pensare

che esista una specie di banca dati

che attualmente chiamiamo campo energetico informatico universale

e Tesla poteva collegarsi a questa fonte

attingendo alle informazioni necessarie;

e lui sognava

che tutte le persone potessero averne accesso

e lui sognava

che tutte le persone potessero averne accesso

 

ERICH FROMM

fromm 2

Gesù: “Maria Maddalena..muoviti..non perdere tempo..che il “MIO” l’ho belle fatto.. Oggi è Pasquetta e ti porto a Firenze” (2)   Leave a comment


maria maddalena gesù

HPIM0612_thumb[6]

HPIM0590_thumb[4]HPIM0582_thumb[2]

HPIM0599_thumb[2]

Gesù: “Maria Maddalena..muoviti..non perdere tempo..che il “MIO” l’ho belle fatto.. Oggi è Pasquetta e ti porto a Firenze” (1)   Leave a comment


Maria Maddalena,Gesù risorto

HPIM0689giardino delle roseHPIM0537HPIM0522HPIM0603

Gesù Cristo avrebbe preferito morire in Toscana ..a Firenze; (Fiorenza) [ fjoˈrεnʦa   2 comments


ma il Padre gli rispose:
” mi dispiace..Gesù..ma    non sarebbe troppo salvifico”
Giovanni 19:41

Nel luogo dov’egli era stato crocifisso c’era un giardino…

e in quel giardino un sepolcro nuovo, dove nessuno era ancora stato deposto.

Secondo i Vangeli Gesù morì in un luogo chiamato Golgota (Matteo 27,33; Marco 15,22; Giovanni 19,17), che stava probabilmente fuori dalle mura di Gerusalemme, Giovanni parla di un giardino e di una tomba nella roccia (19,41), il sito era infatti una cava di pietra abbandonata e poi utilizzata per scavare dei sepolcri.

 

Florens-2012-Inaugurazione-dei-Crocifissi-nel-Battistero-2        (Florence 2012 :l’ostensione dei tre crocifissi)

florence 2012 ulivi all'esternoflorence 2012 ulivi all'esterno 2

iris giardfino

 

Ora, nel luogo dove era stato crocifisso, vi era un giardino e nel giardino un sepolcro nuovo, nel quale nessuno era stato ancora deposto.

 

 

Qual’è il senso della vita?   Leave a comment


PENSO CHE L’ESSERE UMANO ,ATEO O CREDENTE CHE SIA,
DEBBA SENTIRE  IL COMPITO DI CREARE  UNA CONVIVENZA UMANA….
DEGNA DELLA BELLEZZA DEL “CREATO”
Riflessioni sul Senso della Vita  di Piergiorgio Odifreddi
“”””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””
Ho letto su http://www.riflessioni.it …la Sua risposta a Ivo Nardi su “il senso della vita”

“Temo di non essere la persona adatta per rispondere a domande sul senso della vita.
La mia formazione, e la mia elezione, mi spingono a evitare di affrontare argomenti così generali,
non avendo niente di specifico da dire che si possa dedurre dalle mie competenze.
So che letterati e filosofi si dilettano di rispondere a quelle domande.
Ma quando leggo i prodotti delle loro riflessioni, sono colpito dalla disparità tra la grandiosità delle domande, e la banalità delle risposte.
Preferisco dunque evitare di fare la stessa fine.
Spero di non sembrare spocchioso, in tal modo.
Ma l’unica domanda alla quale avrei forse potuto rispondere sensatamente è quella sulla morte,
anche perché lì sappiamo effettivamente la risposta:
la morte è il prezzo da pagare per poter avere una vita interessante.
I batteri non muoiono, e continuano a riprodursi dividendosi, ma che vita è mai la loro?
Quanto al senso della vita, credo comunque che la domanda sia mal posta:
il senso è una proprietà delle frasi del linguaggio, e non degli eventi.
Chiedersi che senso ha la vita, è come chiedersi che colore o che tonalità abbia.
O che senso abbia un elettrone.
Una cosa precisa la posso però dire, a proposito di questa frase che sta sul vostro sito:
“Una risposta non esiste solo quando non è possibile formulare la domanda”.
L’insegnamento più importante della logica e della scienza moderna, codificato nel teorema di Godel
e nel principio di indeterminazione di Heisenberg, è esattamente l’opposto!
E cioè, che anche le domande sensate possono non avere risposta.
Anzi, che QUASI TUTTE le domande sensate ..
(in un senso ben preciso e quantificabile in termini matematici, e non solo in vaghi termini metaforici)
non ce l’hanno…
Naturalmente, molte domande non hanno invece senso, e dunque neppure risposta.
E un altro insegnamento della logica moderna è stato proprio mostrare come un’analisi logica
porti spesso a decostruire le domande che a prima vista sembrano avere un senso, ma poi non ce l’hanno:
in particolare quelle metafisiche.
Oggi sappiamo (non “crediamo”, o “vorremmo che”, ma “sappiamo”) che le questioni metafisiche sono pseudoquestioni,
sulle quali è dunque inutile arrovellarsi.
Naturalmente, non mi aspetto che non solo queste fugaci osservazioni, ma nemmeno le ponderose analisi logiche del novecento,
possano distogliere la gente dal porre certe domande, e dal cercare di dar loro risposte.
Mi basterebbe mettere questa pulce nell’orecchio di qualcuno: che molto di ciò che sembra filosofia è in realtà letteratura.
Anch’io leggo romanzi, naturalmente, ma non mi aspetto che contengano soluzioni ai problemi della vita.”
(Piergiorgio Odifreddi)
“””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””

Piergiorgio…io sono ..un “cretienne” tu sai cosa ..significa..(cristiano)..
ritengo che le Chiese cristiane..nessuna esclusa..siano responsabili..
(sia pur a motivo di una “coscienza non correttamente formata”..come diceva don Milani..nella sua “lettera ad una professoressa”..
[ma anche don Milani,aveva una coscienza simile..che gli impedi..di uscire dalla “istituzione Chiesa]..)
di uno dei “Peccati” più gravi..
avevano..la Perla più rara..e ne hanno fatto lo Zimbello dei Popoli..
Ho competenze in merito.. “i fatti accaduti nella MIA VITA..vissuta”
dolori..molti..
amori concreti..in carne e spirito..pochi..ma intensi..
Sò che sono vere…. le riflessioni di Omraam Mikhael Aivanhov
“Per troppe persone la spiritualità consiste nel leggere libri di esoterismo.
Non ne comprendono molto.. non possono farci nulla..
perché non si tratta che di teorie,,
e di teorie non sempre esatte o addirittura contraddittorie ..
nelle quali non si ritrovano, ma che cosa importa?
Continuano a rimpinzarsi di tali letture.
Quando comprenderanno che la spiritualità consiste nello scegliere un metodo,
nello studiarlo bene e nel metterlo in pratica?
Poiché la sola cosa che conta veramente è la vita,
la vita divina che l’uomo deve vivere,è lei che apporterà tutte le conoscenze del cielo e della terra.
Colui che si accontenta di leggere dei libri, perde il suo tempo;
anche se è capace di esporne perfettamente il contenuto..
gli altri sentono perfettamente che dietro questa esposizione c’è il vuoto,
poiché non trasmette alcun amore, alcuna luce, alcuna comprensione profonda.
Le conoscenze sono in pratica inutili
se non sono vivificate dall’amore e dalla luce.
L’amore e la luce non si ottengono leggendo, ma applicando ogni giorno le regole della Scienza iniziatica”.
“””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””
Io ritengo..in particolare.. che la Vera Scienza Iniziatica..
sia..
“la Compassione del Buon Samaritano..”
costui..non era un Credente..
ma seguiva ..la sua..innata ..coscienza ..Originaria..(Atea) (Divina)
sostanzialmente..siamo nati..Dei..e figli dell’Uomo..
questa è..la Vera spiritualità..
“”””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””

” Non si può trovare nulla esteriormente che non sia stato prima trovato interiormente: è una legge.
Si, perchè quando si incontra qualche cosa all’esterno, e non la si è già scoperta interiormente, le si passerà accanto senza vederla.
Più scoprite la bellezza interiormente, più la scoprirete attorno a voi.
Senza dubbio pensate: <<Se non la vedo, significa ovviamente che non c’è>>.
Vi sbagliate: la bellezza c’è, e se non la vedete..
è perchè certi organi di percezione in voi non sono ancora abbastanza sviluppati.

Iniziate cercando di cogliere la bellezza interiormente e la vedrete anche all’esterno, perchè il mondo esteriore, oggettivo,
altro non è che un riflesso del vostro mondo interiore,
del vostro mondo soggettivo.
Che si tratti della bellezza, dell’amore o della saggezza, è quasi inutile cercarli all’esterno se non avete cominciato a scoprirli in voi”
Omraam Mikhaël Aïvanhov
“La vera gioia non ha come causa niente di visibile o tangibile;
è una gioia senza causa, che ci è data dalla sola sensazione di esistere come anima e come spirito.
Allora, anziché attendere di possedere qualcosa o qualcuno per potervi rallegrare, dovete fare il contrario,
ossia rallegrarvi dell’esistenza degli esseri e delle cose,
perché nella gioia che essi vi danno, avete la sensazione che vi appartengano.
Solo ciò che vi dà gioia vi appartiene, mentre ciò che vi appartiene non necessariamente vi procura molta gioia.
Tutto ciò che vi rallegra, voiì lo possedete veramente, e più ancora che se ne foste i veri proprietari”.
(Omraam Mikhaël Aïvanhov)
“”””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””
Io ritengo che la vera gioia sia..”il capire” ed il “sentirsi” FRATELLI..
MA I FRATELLI SI PERCEPISCONO SOLTANTO SE ABBIAMO POTUTO VIVERE..
I LORO DOLORI ..COME LE LORO GIOIE..
god-is
al contrario di questa….
la mia sgangherata ” equazione matematica”..è ..:
+1_1+1_1 (uomini)..(vita vissuta,dolore,gioia,sesso,etc..etc..)= √¯Tutto¯¯¯
Se volessimo..educare ..coscientemente ..le nuove generazioni..
come la nostra attuale..
ritengo..che dovremmo “insegnare” ..
come è originariamente bello l’uomo..
in questo senso..la “scoperta” delle scimmie bonobos..e della loro..”umanità”..
è.. di fondamentale IMPORTANZA..
(bonobos,pan paniscus)
come..per conoscere il vero insegnamento di gesù..
è fondamentale la scoperta dei suoi detti segreti.. (il vangelo di tommaso)
scoperti nei Rotoli di Qumran
e la spiritualità..gnostico pneumatica  (interessante video)
Questa è..”la mia pulce..”

200 metri..femminili..(sul traguardo delle gare di corsa..mas/femm )   Leave a comment


(Da freelance..Andrè Sinic

GuardateVi i foto-finish della Galleria di repubblica in merito..io ne colleziono diverse..

La razza nera..è la migliore..W la razza nera..

ci ricordano..che discendiamo dall’Africa..

precisamente ..una razza di scimmie..del corno d ‘Africa….sono documentato..

(e guardateVi..i Bonobos..i nostri fratelli minori..)

e poi..brindiamo..alla Gioia.. di essere ..creature animali..con un pò di cervello..

ma che dovremmo essere ancora libere..e non lo siamo più..come le scimmie..

che facevano e fanno tuttora..all’amore..per amore e per divertimento..

perchè..era ed è..la Verità..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: