Archivio per la categoria ‘Gossip

Dio,Terra,Italia,Toscana,Firenze..artigianato italiano,toscano,fiorentino..uomo donna (1)   Leave a comment


 

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10151735374911959.609122.341353311958&type=3&pnref=story

 

 

 

 

HPIM0511    HPIM0512

HPIM0634   HPIM0613

HPIM0614      HPIM0615  HPIM0616

 

 

 

HPIM0576     HPIM0577

 

HPIM0833    HPIM0834

HPIM0698      HPIM0700

 

HPIM0702     HPIM0725

 

HPIM0703    HPIM0704

HPIM0707   HPIM0711

 

HPIM0708   HPIM0710   tatoo firenze giglio rosso

(dal Cantico dei Cantici: “ ti porto tatuata sul mio braccio”

 

HPIM0755  HPIM0761   HPIM0762

 

HPIM0763     HPIM0764 HPIM0766

 

HPIM0877   HPIM0879

HPIM0880    HPIM0881

HPIM0817HPIM0811

HPIM0820    HPIM0822  HPIM0823       HPIM0907

HPIM0917     HPIM0918

 

HPIM0919   HPIM0920

Sapete perchè è morto Bin LAden? Per salvare “le chiappe” del leoncino Simba..   1 comment


Hamid Mir interviewing Osama bin Laden for Dai...

Image via Wikipedia

Propongo ai lettori curiosi una raccolta di articoli interessanti che fanno luce  su questo inpensabile accostamento…

da” Luogocomune.net …

E’ morto un uomo che non è mai esistito.
Intendiamoci, un signore di nome Osama bin Laden su questa terra è esistito, per un certo periodo di tempo, ma la sua vita reale non ha avuto nulla a che fare con quello che crede la gente. Il vero Osama bin Laden, di professione sceicco, si è dedicato negli anni ’80 all’organizzazione della militanza islamica contro l’invasione russa in Afghanistan. Per fare questo ha avuto l’appoggio, concreto e programmato, della CIA, che gli ha fornito non soltanto “armi e munizioni”, ma anche gli stessi uomini importati dai paesi arabi – i cosiddetti Mujaheddin – per combattere al suo fianco.
Da questa figura tridimensionale, già di per se sfuggevole ed ambigua, è nato il personaggio a due dimensioni ad uso strettamente mediatico, che tutti conoscono come Osama bin Laden. Naturalmente, per poter gestire con disinvoltura il personaggio a due dimensioni, è stato necessario uccidere quello reale. Risale alla primavera del 2002 un articolo, in lingua pakistana, che riportava la notizia della morte dello sceicco saudita. Anche Benazir Bhutto ne diede – in modo apparentemente involontario – la conferma. Ma questa notizia fu naturalmente ignorata dai media mainstream, che potevano così iniziare ad allevare il loro prezioso pargolo bi-dimensionale, che gli avrebbe fruttato centinaia di titoloni a nove colonne nel corso di quasi un decennio.
Sulla inconsistenza – ridicolaggine, anzi – di questo personaggio fittizio non ci dilungheremo di certo. Abbiamo già abbondantemente smentito la sua reale esistenza più volte, e lo abbiamo fatto in modo a nostro parere del tutto esaustivo.
Nè peraltro dobbiamo sforzarci più di tanto per dimostrare che anche questa notizia della sua uccisione non sia che un’ennesima, patetica messinscena: …
… non solo la foto “ufficiale” del cadavere – messa in circolazione, a quanto pare, dalle autorità pakistane – è un falso plateale, ma anche se esistesse una foto genuina del cadavere di bin Laden nulla potrebbe garantire che sia stata scattata ieri, e non otto anni fa.
Di fatto erano nove anni che non vedevamo più una immagine credibile di bin Laden da vivo, e questo dovrebbe bastare a risolvere la questione sulla vera data della sua morte.
Ci resta ora da valutare perchè sia stato scelto proprio questo momento per dare questa (falsa) notizia-bomba alle agenzie di tutto il mondo.
Per prima cosa, salta all’occhio un dettaglio molto interessante: tutti sanno infatti che sia buona regola dare le “brutte notizie” (scandali presidenziali, crolli in borsa, ecc.) il venerdì sera, in modo da approfittare del week-end – notoriamente “morto”, da un punto di vista mediatico – per attenuarne in qualche modo gli effetti negativi. Appare invece curioso che la notizia della morte di bin Laden sia comparsa sulle testate di tutti i giornali del mondo proprio il lunedì mattina, quasi si volesse ottenere l’effetto contrario: usare tutta la settimana per avere il massimo rimbombo su questa notizia, andando a coprirne eventualmente di altre meno accattivanti.

Si chiama “Wag the Dog” – dal titolo del famoso film – ed è un trucco che è stato usato spesso di recente dai presidenti americani (il più famoso di tutti è il caso di Clinton, che decise di far bombardare un impianto chimico in Sudan – creando una grande eco mediatica – proprio nel momento in cui stava per esplodere lo scandalo Lewinsky).

simbaObama

Ebbene, forse non tutti sanno che la scorsa settimana il presidente Obama ha rilasciato il suo “vero“ certificato di nascita. Lo ha fatto nel tentativo di placare una volta per tutte le polemiche sul suo reale luogo di nascita, che molti sostengono non essere stato quello delle Hawaii. Peccato per lui che il “vero“ certificato di nascita sia risultato essere un falso clamoroso.

Obama certificato

Ci hanno messo dai 14 ai 18 minuti, gli esperti di Photoshop, per cogliere in quel documento una serie di manipolazioni talmente evidenti da non lasciare nessuna speranza a chi voglia sostenere che sia autentico.

Finora i media americani avevano finto di ignorare quello che in Intenet già tutti sanno, e cioè appunto che il certificato sia falso, ma sembra evidente che prima o poi qualcuno della destra avrebbe raccolto queste informazioni, e la Fox non avrebbe certo risparmiato il presidente da una figuraccia planetaria.
Figuraccia che gli costerebbe di certo la rielezione.
A questo si aggiunga il fatto che proprio la settimana scorsa il Pakistan ha apertamente invitato il governo dell’Afghanistan ad abbandonare la sua alleanza con gli Stati Uniti e ad appoggiarsi invece, come già stanno facendo loro, al nascente impero cinese.
Quale occasione migliore, si potrebbe pensare, perché la Casa Bianca tirasse fuori questo splendido asso nella manica? Ora che Osama non c’è più, infatti, cadranno molte delle motivazioni che trattengono i soldati americani in Afghanistan (non era per questo che ci eravamo andati, dopotutto?), e questo potrebbe evitare che il governo afghano arrivi all’esasperazione e scelga davvero di passare dalla parte dei cinesi.
Resta infine una considerazione da fare: il popolo americano in prima fila, ed in qualche modo anche buona parte del resto del mondo, sono stati presi in giro per ben tre volte con la stessa invenzione: sono stati presi in giro quando gli è stato detto che fosse Osama il responsabile degli attacchi dell’11 settembre. Sono stati presi in giro quando gli è stato detto che eravamo in Afghanistan per cercare di catturarlo, e sono stati presi in giro ora che gli hanno detto che è stato ucciso soltanto ieri.
D’altronde, come dicono i saggi, “vulgus vult decipi”. Ergo decipiatur.
Massimo Mazzucco      http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3739

Riaffiorano le polemiche sulla nascita
E Obama rende pubblico il certificato

Il documento disponibile online sul sito della Casa Bianca. Mostra con chiarezza che il presidente americano è nato a Honolulu. Non quindi in Kenya, come sostengono i “birthers”, convinti che non abbia i requisiti per guidare gli Stati Uniti. Nelle ultime settimane è stato il miliardario Trump a rilanciare la polemica

Eccolo il documento che una volta per tutte dovrebbe mettere la parola fine alle polemiche che hanno accompagnato il presidente Barack Obama fin dal giorno della sua elezione, sulla sua legittimità ad occupare la Casa Bianca: è stato reso pubblico il certificato di nascita di Obama, in forma completa, che prova che il presidente è con certezza cittadino americano ed è nato alle Hawaii, a dispetto di chi continua a seminare dubbi sulla sua americanità.
Ultimo, in ordine di tempo, a cavalcare l’argomento è stato Donald Trump, il magnate repubblicano lanciato verso la candidatura per la corsa alla Casa Bianca, ma la causa è popolare da tempo fra i cosiddetti “birthers”, movimento che raggruppa chi ormai da anni pensa che Obama sia nato in Kenya e non alle isole Hawaii, e che pertanto non abbia diritto ad essere presidente degli Stati Uniti,

visto che il secondo articolo della Costituzione prevede esplicitamente la nascita nel territorio americano come requisito essenziale per essere eletto.

“Non abbiamo tempo per queste stupidaggini, abbiamo cose più importanti da fare, abbiamo problemi da risolvere”. Così, con una breve dichiarazione alla stampa, Barack Obama ha spiegato perché ha deciso di pubblicare il certificato, dopo aver ignorato ed essersi anche “divertito” per anni delle “falsità” fatte circolare sul suo conto. Ma ora basta: “Abbiamo grandi problemi da affrontare insieme, lo possiamo fare, ma non se ci

facciamo distrarre” da cose senza importanza che ci impediscono “di essere seri”, ha detto ancora il presidente Usa. E a forza di delegittimazioni “non andiamo da nessuna parte”, ha aggiunto.
Il documento, in forma completa, è stato pubblicato sul sito della Casa Bianca e certifica che Obama è nato ad Honolulu, è firmato dalla madre e dalle autorità governative statali. Il certificato aggiunge anche il luogo di nascita del presidente, l’ospedale di maternità e ginecologia di Kapiolani. Il documento è stato recuperato dall’avvocato del presidente che è appositamente volato nelle Hawaii per ottenerne una copia.
Durante la campagna elettorale, nel 2008, Barack Obama già pubblicò sul suo sito l’estratto di quel certificato, in cui era leggibile in modo chiaro che era nato il 4 agosto 1961 a Honolulu. Ma in tutti questi mesi, i “birthers” hanno sempre ripetuto che a loro giudizio quel certificato era un falso. Si tratta di una tesi portata avanti in modo ossessivo da una parte dell’establishment repubblicano, e di fatto ripudiata dai vertici del partito.
Sembrava una polemica ormai superata, ma nelle ultime settimane è stato il miliardario Trump a rimetterla al centro del dibattito politico. “Perché non l’ha mostrato anni fa?”, ha commentato a caldo il tycoon, aggiungendo: “Spero che sia autentico. Voglio vederlo di persona. Comunque sono contento perchè ora possiamo parlare di tanti problemi seri che affliggono il Paese”, ha detto ancora Trump, che ora dovrebbe essere soddisfatto.
“Sarebbe ora che il Paese discutesse di problemi veri e non fosse distratto da queste questioni totalmente finte”, ha aggiunto Dan Pfeiffer, il direttore della comunicazione della Casa Bianca. Nella speranza che davvero ora si possa iniziare a pensare ad altro.

(27 aprile 2011)

SILVIO BERLUSCONI…il DUCE.!!!.. del Partito… dell’AMORE..!!! (Milano calibro ‘ndragheta)   Leave a comment


berlusconi-duce-duce-duce

NO,
CREDETEMI, NON C’E’ PIU’ NULLA DA FARE

Se ieri.. in diretta televisiva,
un manipolo di camicie brune ..dopo aver “salvato” un sedicente nonpiduista

ha inneggiato al DUCE, DUCE, DUCE nei confronti di Silvio Berlusconi …

mentre quel fascistone di Fini invitava al contegno “PERCHE’ C’E LA DIRETTA TV (non perchè siete immondi…)

e nessuno oggi ha alzato il kulo dalla sedia per andare a rompergli la testa, allora siamo alla frutta…(ALDO VINCENT)

“Li ho sentiti in diretta, quei bastardi e… chiunque pensi che i fascisti non esistano più,

ascolti come i parlamentari di una Repubblica che vieta la ricostituzione “del disciolto partito fascista”

si sono comportati e veda, con i suoi occhi, come il fascista Silvio Berlusconi li ha ricambiati col saluto romano. gesu-non-ceper-berlusconied-il-suo-governo

Cosi’…ha risposto Gesù..all’invito di Silvio ..per il voto..

fabrizio-cicchitto-biglietto-di-berlusconi-4-agosto-2010-aula-di-montecitoriomentre Fabrizio Cicchitto..ex Piduista con Berlusconi..ha risposto..prontamente all’invito..

 

«Dopo l’intervento di Franceschini è bene che, se puoi, tu avvalori
e rafforzi i nostri risultati in materia di antimafia e legalità».
Firmato, Silvio. Siamo a Montecitorio. I deputati assistono alle
dichiarazioni di voto sulla sfiducia al sottosegretario Caliendo, e il
premier Silvio Berlusconi, seduto nei banchi del governo, fa arrivare
un bigliettino con queste poche righe al capogruppo del Pdl Fabrizio
Cicchitto, che si prepara a prendere la parola, dopo l’intervento del
capogruppo Pd (foto Ansa)

Mi viene il vomito..ogni giorno in più ..che passa..mi viene il vomito..(Vasco Rossi)..è più forte di me…e e e.

Sono sicuro..che in caso di Elezioni..il popolo italiano..(quel passato 50% pro Silvio..

la pensi come me..sul..PDL..)

«Dopo l’intervento di Franceschini è bene che, se puoi, tu avvalori
e rafforzi i nostri risultati in materia di antimafia e legalità».
Firmato, Silvio.

(Milano calibro ‘ndragheta)

Milano calibro ‘ndrangheta è l’ultima inchiesta video della squadra de ilfattoquotidiano.it

Il video principalmente si basa sul racconto esclusivo di un imprenditore edile lombardo

che per qualche tempo ha fatto affari con le cosche e che ora si trova sotto scacco dai boss.

Si tratta di una testimonianza clamorosa che anticipa di qualche giorno il maxi blitz tra Lombardia e Calabria concluso con 300 arresti.

Un affresco inquietante di una Milano totalmente sotto assedio da parte delle cosche.

L’imprenditore racconta di una Lombardia geometricamente divisa tra le varie famiglie.

Di affari e riciclaggio portati avanti grazie al movimento terra, l’edilizia e lo smaltimento illegale dei rifiuti tossici.

Di avvocati che come oscuri burattinai controllano e distribuiscono gli affari di Expo 2015. E ancora di luoghi teatro di storici summit.

Di politici “avvicinabili ad ogni livello”: dal comune passando per la regione e finendo in parlamento.

E molto altro ancora.

Il tutto dimostrato nelle oltre 4000 pagine dell’inchiesta milanese.

L’inchiesta è di Lorenzo Galeazzi e Davide Milosa. Le tavole sono di Emanuele Fucecchi.(IL FATTO QUOTIDIANO-ANTEFATTO)

“E’ il 31 ottobre 2009..

(FINALE)..dove spicca il nome di GIANCARLO ABELLI,il Deputato azzurro e fedelissimo di Silvio Berlusconi..

viene contattato dalla n’drangheta..tramite la mediazione di Carlo Antonio Chiriaco..”

VI CONSIGLIO DI GUARDARE QUESTO FILMATO..e forse..vomiterete anche Voi..

(FILMATO)

 

Pubblicato 6 agosto 2010 da sorriso47 in Attualità, Gossip, Popoli e politiche

Se Dio esiste, da dove viene il male? (riflessioni di Albert Einstain..piccino)   Leave a comment


Dio non è Male..

da dove viene il male?alberteinstein

I show you that you can change your life.. Ti dimostro che puoi cambiare la tua vita..   Leave a comment


Loving Army. Ti invito a una rivoluzione del pensiero.

l’invito..

 Something about women. Qualcosa sulle donne.

super-fica-oca

Informazioni personali:

Sono talmente FICA che sono costretta a restare nell’anonimato.

Ho un Q.I. così ALTO (anche senza tacchi) che mi vergogno.

Sono così OCA che voglio bene a tutti.

(Sei la donna dei miei sogni…Andrea           

albert-einstein3

lavanda1



Inspirations: “ODIO I MALVAGI”.
Solo un modo di dire eh..

un po’ AMO tutti, perché solo l’amore DILUISCE i malvagi.

Ti dimostro che puoi cambiare la tua vita..

5 minuti al giorno. Una cosa piccola e potente per cambiare in meglio la tua vita

QUESTO VIDEO ED IL CANALE YOUTUBE DI SUPERFICAOCA..
SONO LA MIA SPERANZA..
E’ MIA INTENZIONE INIZIARE A METTERE IN PRATICA
TUTTI I CONSIGLI VALIDI..
CHE TROVO QUA’ E LA’..ON THE WEB..
UTILI ALLA MIA PERSONALE CRESCITA..spirituale  e fisica..

per il bene mio..ed il Bene di tutti..

mi sono spesso chiesto…animato da un’angoscia sempre più pressante..come riuscire a contrastare le azioni scellerate degli uomini di potere..le Lobbies del Denaro.. queste personalità sanno di essere ladri..omicidi e menzogneri fin dal Principio..usano il proprio denaro e quello “Pubblico”,guadagnato faticosamente dal “gregge di pecore” che si “sono comprati”..
questi esseri..capaci di uccidere anche i propri connazionali
(11 settembre2001..3000 americani)non si fanno scrupolo di usare gente indottrinata ed armata a puntino..le Forze dell’ordine..per la loro difesa ..fisica.
I popoli vanno in piazza ..in un tentativo non violento di esprimere i propri disappunti e si trovano “contro” i propri figli del popolo ..
condizionati mentalmente..e pronti ad ucciderli..
contro questi “poteri” non è possibile reagire con le stesse “armi”..
anche perchè ..le “loro” saranno sempre all’avanguardia..
ciò che dobbiamo fare..è ..prendere atto che siamo..microrganismi..
ma in tale Realtà..ci è Aperta la Via dello strumento più efficace che la Vita ci ha dato..e che loro non possono avere..
l’Unità del Pensiero..che Tutto..Può..

the Liberty lived.. in the Joy to be…La Libertà vissuta.. nella Gioia di essere..   Leave a comment


aquila-senzanido1

 

In un volo solitario,
struggente, trascinante, impetuoso
osservi il Mondo in tutta
la Sua Bellezza sconvolgente.

Si aprono gli orizzonti
di Colui che
dischiude le Ali
verso lInfinito,
liberandosi
dai stretti lacci della Schiavitù,
protratta nel tempo
dalla Resa della Volontà
e dallAssecondamento dei Sensi.

A questa Disgregazione
ribatti con Distacco e Azione,
lontano dagli Eventi,
dalla Storia, dagli Esseri,
in volo LIBERO ed ETERNO
generato e alimentato
dal Fuoco della Tua Anima.

scritto da un Aquilasenzanido

http://www.youtube.com/watch?v=lARIFQp3GYo&feature=youtube_gdata

Pubblicato 3 luglio 2010 da sorriso47 in Attualità, Gossip, Popoli e politiche

Le giuste ..”precauzioni” di Israele…   Leave a comment


LEGGERE PER MEDITARE..

ragazzo-gaza

 

 

Relazione :

Israele Grippa Ossigeno Macchine Donati Alla PA

Sette Macchine da Donati Agenzia Norvegese confiscato Rotta Alla PA rispetto AI generatori di possibilita collegati potrebbero Essere utilizzati per Scopi diversificazione Dal Trattamento medico , i Rapporti Sa ʿ dat .

Israele ha confiscato sette Macchine Ossigeno Rotta Agli Ospedali in Cisgiordania e Gaza basato Silla DOMANDA Che C’era una possibilita Che i generatori collegati Alle Macchine Essere sarebbe utilizzata non per Scopi Medici, notizie di agenzia Palestinese Sa ʿ dat Segnalato Il Sabato .

Secondo Sa ʿ dat , Il Ministero della Sanità di base di Ramallah ha Detto Che i generatori , il Che SONO STATI Donati all’autorità Palestinese da un’agenzia di Sviluppo Norvegese , SONO STATI sequestrati da Funzionari israeliani , nonostante Il Fatto Che solista Una Macchina era vincolata per Gaza. I generatori ” Medici e venuto Sotto la categoria di Eventuale OSU per Scopi non “SE ESSI SONO STATI consegnati uno MERIDIONALE Gaza, Il Ministero della Sanità Palestinese ha Detto in Una dichiarazione , aggiungendo Che Le altre sei erano vincolate Macchine per Gli Ospedali di Governo NELLA Gaza Settentrionale , inducendo l’ Ospedale Europeo di Gaza City, l’ Ospedale di Rafdieyah di Naplouse e Strutture Altre uno Ramallah e Hebron.

Il Ministero della Sanità ha presentato ricorso per l’ Agenzia di Sviluppo Norvegese , il Che ha manovella Macchine e le ha chiesto di intervenire e chiedere Il rilascio delle ATTREZZATURE Alla dati possibile per primitivismo , Sa ʿ segnalati dat .

” Qualsiasi Ritardo nell’ottenere le ATTREZZATURE mediche influiranno negativamente La Salute dei pazienti , ” ha concluso l’ Istruzione

Pubblicato 29 giugno 2010 da sorriso47 in Attualità, Gossip, Popoli e politiche

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: