Archivio per la categoria ‘libertà di opinione

Tutte nude in appogio alla blogger egiziana Alia Magda Elmahdy,   Leave a comment


 

Alia Magda Elmahdy

 

Unisciti al grido e spogliati. E’ l’invito rivolto alle donne di tutto il mondo dall’attivista per i diritti umani Maryam Namazie, iraniana che ha vissuto molti anni in India Ie adesso lavora a Londra. l Il risultato è un calendario di nudi femminili ‘rivoluzionari’ realizzato in solidarietà alla blogger egiziana Aliaa Magda Elmahdy, che lo scorso novembre ha pubblicare una sua foto nuda su Facebook e Twitter come «urlo contro una società di violenza, razzismo, sessismo, violenza sessuale e ipocrisia».
Dodici donne di ogni età e di diversi Paesi hanno scelto così di farsi ritrarre senza veli con un messaggio a favore dell’uguaglianza di genere e della lotta alla discriminazione: qualcosa che da noi ricorda il movimento femminista degli anni Sessanta e Settanta e che invece è drammaticamente di attualità in altri Paesi del mondo.
Mallorie Nasrallah, una fotografa ritratta nel calendario, spiega così la sua scelta: «E’ bello quando uno strumento di oppressione viene usato come un’affermazione di potere. La nudità, se celebrata, non ferisce nessuno. Quando è resa oggetto di vergogna e barbarie ferisce chiunque».
Ne è convinta anchel’ideatrice del progetto, Maryam Namazie, una donna con una lunga esperienza in difesa delle donne alle spalle, nei paesi islamici e non solo. Portavoce dell’associazione “Equal Rights Now”, Namazie lotta contro la discriminazione in Iran, in Inghilterra e negli Stati Uniti. «Dal momento che l’islamismo, come le altre religioni, è ossessionato dal corpo delle donne, che vuole vedere velato, legato, imbavagliato» scrive sul suo blog
freethoughtblogs.com/maryamnamazie, «la nudità può da sola rompere i tabù ed è un’importante forma di resistenza».
Il calendario è stato pubblicato in omaggio all’azione di Aliaa Magda Elmahdy, che era valsa alla ragazza notorietà sui media di tutto il mondo ma anche numerose minacce di morte, soprattutto nel suo Paese. «Ho sentito che le donne dovevano alzarsi in solidarietà ad Aliaa», spiega Sonya Barnett, la grafica canadese che ha disegnato il calendario. «Ci dev’essere voluto tantissimo coraggio per fare quello che lei ha fatto, e le conseguenze potranno essere dolorose. Ho pensato che avesse bisogno di sapere che ci sono moltissime altre donne come lei, che vogliono superare i limiti imposti per denunciare un oltraggio».
Sostegno all’idea è arrivato da tutto il mondo, tra cui da un gruppo di donne iraniane che hanno posato a seno nudo per un video (
guarda) «Il nostro corpo nudo è la nostra sfida al patriarcato, alla dittatura e alla violenza» ha detto sul calendario una delle ‘modelle’, Alena Magelat «Ispiriamo le persone intelligenti; i dittatori ne hanno invece solo orrore».
Potete vedere la preview completa del calendario a questo
link

alena Magelat Femen movement 1331630157220_2 Saskia

TERREMOTO E TSUNAMI GIAPPONE,PROVOCATO APPOSITAMENTE CON HAARP?   Leave a comment


Una nuova forte scossa di terremoto, di magnitudo 7,1 è tornata a far tremare il Giappone a un mese esatto dalla tragedia dell’11 MARZO. La zona colpita è sempre quella del nord-est del Paese – con epicentro le zone di Iwaki e Honsu – ma, nonostante la grande paura, l’allarme tsunami è rientrato e non si registano danni significativi. Il bilancio del sisma è di due morti, un disperso e diversi feriti.
Grande paura anche alla centrale nucleare di Fukushima, dove in un primo momento era saltata la corrente elettrica, poi ripristinata.
Le autorità giapponesi hanno revocato abbastanza velocemente l’allerta tsunami che era stata diramata subito dopo il sisma, che ha colpito l’arcipelago giapponese alle 17:16 ora locale. Gli esperti avevano previsto onde alte fino a un metro. L’epicentro, ad appena 10 chilometri di profondità, è stato individuato molto vicino alla centrale nucleare di Fukushima.
E proprio la situazione della centrale aveva destato le maggiori preoccupazioni. I tecnici che lavorano nella zona sono stati evacuati e in un primo momento è saltata la corrente a tre reattori, impedendo il raffreddamento della centrale. Tuttavia, la corrente è stata velocemente ripristinata. Dopo il sisma del mese scorso, si staccò l’elettricità e smise di funzionare l’impianto di raffreddamento dell’impianto. Per ripristinarlo ci vollero settimane  Di lavoro e tentativi infruttuosi.
Il sisma è stato avvertito anche a Tokyo, dove i grattacieli hanno vacillato.

Un paio d’ore prima del nuovo terremoto, il nord-est del Giappone si è fermato per un minuto per ricordare la catastrofe dell’11 marzo nell’ora esatta in cui partì la grande scossa, le 14:46 (le 07:46 in Italia), seguita dal disastroso tsunami. Il primo ministro, Naoto Kan, infine, ha inviato a vari quotidiani del mondo un messaggio di gratitudine per la solidarietà verso il Giappone: “In un momento disperato, gente di tutto il mondo s’è stretta a noi, ispirandoci speranza e coraggio”.
Prima della scossa, le autorità giapponesi avevano deciso di estendere la zona di evacuazione attorno alla centrale nucleare di Fukushima. Nonostante il rischio di importanti fughe radioattive si sia “considerevolmente ridotto” – come ha precisato proprio stamane il portavoce del governo Yukio Edano – l’esposizione prolungata a pur deboli dosi di radioattività può comunque costituire un pericolo che giustifica questa misura di precauzione.
Attualmente quest’area si estende su un raggio di venti chilometri dal sito, rimasto gravemente danneggiato dal sisma e dallo tsunami di un mese fa: “Si tratta di una cosa molto difficile – ha continuato il portavoce in una conferenza stampa ritrasmessa in televisione – ma chiederemo alla popolazione interessata di andare via nei prossimi mesi”. Al momento il governo suggerisce a coloro che abitano in un raggio di 30 chilometri di non restare nell’area o di chiudersi dentro casa.
L’Aiea, l’agenzia dell’Onu per il nucleare, aveva chiesto al Giappone da diversi giorni di allargare la zona di evacuazione attorno all’impianto nucleare danneggiato.
L’ultimo forte terremoto, di magnitudo 7,4 Richter, era stato registrato nella stessa zona il 7 Aprile scorso. L’allerta tsunami era stata revocata dopo poche ore. Si tratta della regione colpita dal devastante terremoto dell’11 marzo scorso cui era seguito uno tsunami che ha spazzato via intere zone costiere provocando anche danni alla centrale nucleare di Fukushima.

Qual’è il senso della vita?   Leave a comment


PENSO CHE L’ESSERE UMANO ,ATEO O CREDENTE CHE SIA,
DEBBA SENTIRE  IL COMPITO DI CREARE  UNA CONVIVENZA UMANA….
DEGNA DELLA BELLEZZA DEL “CREATO”
Riflessioni sul Senso della Vita  di Piergiorgio Odifreddi
“”””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””
Ho letto su http://www.riflessioni.it …la Sua risposta a Ivo Nardi su “il senso della vita”

“Temo di non essere la persona adatta per rispondere a domande sul senso della vita.
La mia formazione, e la mia elezione, mi spingono a evitare di affrontare argomenti così generali,
non avendo niente di specifico da dire che si possa dedurre dalle mie competenze.
So che letterati e filosofi si dilettano di rispondere a quelle domande.
Ma quando leggo i prodotti delle loro riflessioni, sono colpito dalla disparità tra la grandiosità delle domande, e la banalità delle risposte.
Preferisco dunque evitare di fare la stessa fine.
Spero di non sembrare spocchioso, in tal modo.
Ma l’unica domanda alla quale avrei forse potuto rispondere sensatamente è quella sulla morte,
anche perché lì sappiamo effettivamente la risposta:
la morte è il prezzo da pagare per poter avere una vita interessante.
I batteri non muoiono, e continuano a riprodursi dividendosi, ma che vita è mai la loro?
Quanto al senso della vita, credo comunque che la domanda sia mal posta:
il senso è una proprietà delle frasi del linguaggio, e non degli eventi.
Chiedersi che senso ha la vita, è come chiedersi che colore o che tonalità abbia.
O che senso abbia un elettrone.
Una cosa precisa la posso però dire, a proposito di questa frase che sta sul vostro sito:
“Una risposta non esiste solo quando non è possibile formulare la domanda”.
L’insegnamento più importante della logica e della scienza moderna, codificato nel teorema di Godel
e nel principio di indeterminazione di Heisenberg, è esattamente l’opposto!
E cioè, che anche le domande sensate possono non avere risposta.
Anzi, che QUASI TUTTE le domande sensate ..
(in un senso ben preciso e quantificabile in termini matematici, e non solo in vaghi termini metaforici)
non ce l’hanno…
Naturalmente, molte domande non hanno invece senso, e dunque neppure risposta.
E un altro insegnamento della logica moderna è stato proprio mostrare come un’analisi logica
porti spesso a decostruire le domande che a prima vista sembrano avere un senso, ma poi non ce l’hanno:
in particolare quelle metafisiche.
Oggi sappiamo (non “crediamo”, o “vorremmo che”, ma “sappiamo”) che le questioni metafisiche sono pseudoquestioni,
sulle quali è dunque inutile arrovellarsi.
Naturalmente, non mi aspetto che non solo queste fugaci osservazioni, ma nemmeno le ponderose analisi logiche del novecento,
possano distogliere la gente dal porre certe domande, e dal cercare di dar loro risposte.
Mi basterebbe mettere questa pulce nell’orecchio di qualcuno: che molto di ciò che sembra filosofia è in realtà letteratura.
Anch’io leggo romanzi, naturalmente, ma non mi aspetto che contengano soluzioni ai problemi della vita.”
(Piergiorgio Odifreddi)
“””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””

Piergiorgio…io sono ..un “cretienne” tu sai cosa ..significa..(cristiano)..
ritengo che le Chiese cristiane..nessuna esclusa..siano responsabili..
(sia pur a motivo di una “coscienza non correttamente formata”..come diceva don Milani..nella sua “lettera ad una professoressa”..
[ma anche don Milani,aveva una coscienza simile..che gli impedi..di uscire dalla “istituzione Chiesa]..)
di uno dei “Peccati” più gravi..
avevano..la Perla più rara..e ne hanno fatto lo Zimbello dei Popoli..
Ho competenze in merito.. “i fatti accaduti nella MIA VITA..vissuta”
dolori..molti..
amori concreti..in carne e spirito..pochi..ma intensi..
Sò che sono vere…. le riflessioni di Omraam Mikhael Aivanhov
“Per troppe persone la spiritualità consiste nel leggere libri di esoterismo.
Non ne comprendono molto.. non possono farci nulla..
perché non si tratta che di teorie,,
e di teorie non sempre esatte o addirittura contraddittorie ..
nelle quali non si ritrovano, ma che cosa importa?
Continuano a rimpinzarsi di tali letture.
Quando comprenderanno che la spiritualità consiste nello scegliere un metodo,
nello studiarlo bene e nel metterlo in pratica?
Poiché la sola cosa che conta veramente è la vita,
la vita divina che l’uomo deve vivere,è lei che apporterà tutte le conoscenze del cielo e della terra.
Colui che si accontenta di leggere dei libri, perde il suo tempo;
anche se è capace di esporne perfettamente il contenuto..
gli altri sentono perfettamente che dietro questa esposizione c’è il vuoto,
poiché non trasmette alcun amore, alcuna luce, alcuna comprensione profonda.
Le conoscenze sono in pratica inutili
se non sono vivificate dall’amore e dalla luce.
L’amore e la luce non si ottengono leggendo, ma applicando ogni giorno le regole della Scienza iniziatica”.
“””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””
Io ritengo..in particolare.. che la Vera Scienza Iniziatica..
sia..
“la Compassione del Buon Samaritano..”
costui..non era un Credente..
ma seguiva ..la sua..innata ..coscienza ..Originaria..(Atea) (Divina)
sostanzialmente..siamo nati..Dei..e figli dell’Uomo..
questa è..la Vera spiritualità..
“”””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””

” Non si può trovare nulla esteriormente che non sia stato prima trovato interiormente: è una legge.
Si, perchè quando si incontra qualche cosa all’esterno, e non la si è già scoperta interiormente, le si passerà accanto senza vederla.
Più scoprite la bellezza interiormente, più la scoprirete attorno a voi.
Senza dubbio pensate: <<Se non la vedo, significa ovviamente che non c’è>>.
Vi sbagliate: la bellezza c’è, e se non la vedete..
è perchè certi organi di percezione in voi non sono ancora abbastanza sviluppati.

Iniziate cercando di cogliere la bellezza interiormente e la vedrete anche all’esterno, perchè il mondo esteriore, oggettivo,
altro non è che un riflesso del vostro mondo interiore,
del vostro mondo soggettivo.
Che si tratti della bellezza, dell’amore o della saggezza, è quasi inutile cercarli all’esterno se non avete cominciato a scoprirli in voi”
Omraam Mikhaël Aïvanhov
“La vera gioia non ha come causa niente di visibile o tangibile;
è una gioia senza causa, che ci è data dalla sola sensazione di esistere come anima e come spirito.
Allora, anziché attendere di possedere qualcosa o qualcuno per potervi rallegrare, dovete fare il contrario,
ossia rallegrarvi dell’esistenza degli esseri e delle cose,
perché nella gioia che essi vi danno, avete la sensazione che vi appartengano.
Solo ciò che vi dà gioia vi appartiene, mentre ciò che vi appartiene non necessariamente vi procura molta gioia.
Tutto ciò che vi rallegra, voiì lo possedete veramente, e più ancora che se ne foste i veri proprietari”.
(Omraam Mikhaël Aïvanhov)
“”””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””
Io ritengo che la vera gioia sia..”il capire” ed il “sentirsi” FRATELLI..
MA I FRATELLI SI PERCEPISCONO SOLTANTO SE ABBIAMO POTUTO VIVERE..
I LORO DOLORI ..COME LE LORO GIOIE..
god-is
al contrario di questa….
la mia sgangherata ” equazione matematica”..è ..:
+1_1+1_1 (uomini)..(vita vissuta,dolore,gioia,sesso,etc..etc..)= √¯Tutto¯¯¯
Se volessimo..educare ..coscientemente ..le nuove generazioni..
come la nostra attuale..
ritengo..che dovremmo “insegnare” ..
come è originariamente bello l’uomo..
in questo senso..la “scoperta” delle scimmie bonobos..e della loro..”umanità”..
è.. di fondamentale IMPORTANZA..
(bonobos,pan paniscus)
come..per conoscere il vero insegnamento di gesù..
è fondamentale la scoperta dei suoi detti segreti.. (il vangelo di tommaso)
scoperti nei Rotoli di Qumran
e la spiritualità..gnostico pneumatica  (interessante video)
Questa è..”la mia pulce..”

Clet Abraham ADAMO ED EVA,il peccato originale   Leave a comment


adamo-ed-eva-res-17-mb-ritagliato-res

(Questa immagine è coperta da copyright ,sono in vendita i diritti di riproduzione commerciale.)

Non è stato per caso ..che abbia potuto ammirare questo lavoro di Clet  Abraham..

un’opera che ,per me,rappresenta una Verità teologica..maturata nei miei sessant’anni di vita vissuta.

Rileggendo la Genesi nella Bibbia..con gli occhi e la mente ,che realmente vedono e capiscono..

si comprende che il racconto non può essere veramente di Dio..ma una Invenzione dei Sacerdoti ebrei

perchè..se è  pur vero che ,non  mangiando  la Mela della Conoscenza..

l’uomo e la donna non avrebbero conosciuto il Male ..

è altrettanto vero..che essi..non avrebbero potuto conoscere..

neanche il Bene..che è Dio stesso..

Realisticamente.. e forse sarebbe stato un bene..saremmo rimasti in Africa a fare le scimmie..

In Realtà..è stata l’unica possibile scelta ..

dovuta all’intelligenza ( dono divino) che è in noi..

creati a sua immagine..

il nostro Adamo progenitore..

(una scimmia del Corno d’Africa..)

(cosi dice la Verità scientifica che è e deve essere Verità Teologica, in quanto il Dio di Gesù Cristo è il Dio Creatore dell’Universo)

( Prologo del Vangelo di Giovanni )

…dotato di una intelligenza ed una esperienza di vita..e di una trasformazione  corporea

in evoluzione continua..

ha dovuto per la sua stessa Natura ..

passare dall’istintività animale.. della scimmia..

all’uomo..capace di Bene e di Male infiniti…

I SOLITI..iSRAELIANI..DEGLI ULTIMI..TEMPI..(parlo dei governi..)   2 comments


Il più prestigioso giornale svedese accusa Israele
“I suoi soldati rubano organi ai palestinesi uccisi”  

Da una parte c’è il più venduto e antico giornale svedese – l’Aftonbladet – che accusa l’esercito israeliano di essersi appropriato degli organi di giovani palestinesi uccisi nei Territori, insinuando anche un legame con l’arresto negli Stati Uniti dei membri di una banda, tra i quali alcuni rabbini, accusati di traffico di organi umani.

Dall’altra, le autorità dello stato ebraico che paragonano il prestigioso quotidiano ad “un infame libello antisemita” e revocano ai due inviati del giornale l’accreditamento temporaneo, di solito subito concesso, affermando di aver bisogno di tempo per verificare le loro credenziali.

Ma non è tutto. Migliaia di israeliani hanno deciso di boicottare i negozi dell’Ikea: “E’ inaccettabile continuare a sostenere i negozi svedesi”, si legge nel testo della petizione on-line. “Per favore, non firmate solo la petizione, è necessaria un’azione reale”, è l’invito rivolto alle migliaia di persone che hanno già sottoscritto il boicottaggio della grande azienda svedese.

I gestori del negozio Ikea a Netanya, in Israele, hanno descritto l’azienda come un’organizzazione commerciale senza connotazioni politiche e hanno ribadito che continueranno ad avere eccellenti relazioni con i consumatori israeliani. Nello Stato ebraico, sarà aperto all’inizio del 2010 un secondo negozio Ikea nella località di Rishon Letzion.

Dunque, la crisi diplomatica fra Israele e Svezia – presidente di turno dell’Ue – non solo non tende a scemare, ma sta assumendo toni sempre più aspri. Il ministro dell’interno Eli Ishai ha anche detto di voler riesaminare lo status di tutti i corrispondenti svedesi nel paese. In Israele, infatti, la debole reazione del governo svedese all’articolo, che si è rifiutato di condannarlo per non interferire con la libertà di stampa, ha suscitato grande collera.


Questa si è accentuata dopo la presa di distanze del ministero degli esteri a Stoccolma dalla sua ambasciatrice in Israele, che invece aveva subito condannato il contenuto dell’ articolo. Il premier, Benyamin Netanyahu è parso però voler offrire alla Svezia una via d’uscita, affermando ora che Israele non chiede al governo di Stoccolma di scusarsi per l’articolo incriminato, ma di aspettarsi una condanna o almeno una pubblica presa di distanza dal suo contenuto.

Il clima resta comunque acceso. Il ministro delle finanze israeliano, Yuval Steinitz, ha affermato che l’articolo ricorda libelli antisemiti medievali, in cui gli ebrei venivano accusati di preparare il pane azzimo col sangue di bambini cristiani.

Il portavoce del ministero degli esteri, Yigal Palmor, ha aggiunto che Israele non intende annullare la visita del ministro degli esteri svedese Carl Bildt, attesa tra una decina di giorni, ma che senza una soluzione della crisi una “pesante ombra” resterà sulle relazioni tra i due paesi.

Nell’aspra polemica è entrata anche la stampa israeliana, che dedica alla crisi ampio spazio, parlando perfino di “razzismo biondo” e di una politica di due pesi e due misure a Stoccolma. Si ricorda, a questo proposito, che nel 2006, in seguito alla pubblicazione di caricature ritenute offensive per i musulmani, il governo svedese si comportò ben diversamente, si affrettò a scusarsi con lo Yemen e anche a chiudere un sito internet di estrema destra.

Il quotidiano Haaretz, pur attaccando il contenuto dell’ articolo, definito “un esempio di pessimo giornalismo”, rimprovera anche il ministro degli esteri israeliano Avigdor Lieberman, accusandolo di aver trasformato un articolo in un incidente internazionale, dandogli un peso esagerato e spingendo la Svezia “a uno scontro superfluo” con Israele.

(UNA COSA è IL GOVERNO..UNA COSA è IL POPOLO..ANCHE SE..ULTIMAMENTE..LE PERSONE COME ..DAVID GROSSMAN..SI CONTANO SULLE DITA..SONO MOSCHE ..RARE..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: