Archivio per la categoria ‘Marco Bellocchio

L’Italia..è una Repubblica..fondata.. sulla Bellezza..delle opere d’arte dei suoi artisti..di tutti i secoli.L’arte..e la bellezza dei suoi paesaggi.. le opere..architettoniche..sono patrimonio della Repubblica. Essa ha il compito..di tutelarle..come prevede..il Diritto internazionale..che tutela..le opere d’arte.   Leave a comment


 

L’Italia..è una Repubblica..fondata.. sulla Bellezza..delle opere d’arte..dei suoi artisti..di tutti i secoli.

L’arte e la bellezza dei suoi paesaggi..di tutte le sue opere..architettoniche..

è patrimonio della Repubblica.

Essa ha il compito..di tutelarle..come prevede..il Diritto internazionale..

che tutela..le opere d’arte…di tutto il mondo.

 

Michelangelo Pietà vaticana volto GesùCASTELLO  POOPI VERDE

 

 

(un’opera del pittore contemporaneo Clet Abraham)

Catalogo CLET_V5_ 1 jpeg 181 kbCatalogo CLET_V5_HI06 6 jpeg res 99Catalogo CLET_V5_HI07 7 jpeg res99Catalogo CLET_V5_HI08 8 jpeg 181 kb res 100Catalogo CLET_V5_HI09 9 jpeg 181 kbCatalogo CLET_V5_HI10 10 jpeg 181 kb res 100Catalogo CLET_V5_HI11 11 jpeg 181 kb res 100Catalogo CLET_V5_HI13 13 jpeg 181 kb  res 100Catalogo CLET_V5_HI12 12 jpeg 181 kb res 100Catalogo CLET_V5_HI15 15 jpeg 181 kb res 100Catalogo CLET_V5_HI14 14 jpeg 181 kb res 100Catalogo CLET_V5_HI17 17 jpeg 181 kbCatalogo CLET_V5_HI16 16 jpeg 181 res 100Catalogo CLET_V5_HI19 19 jpeg 181 kbCatalogo CLET_V5_HI18 18 jpeg 181 kbtoscana 3toscana 1toscana 2

Jpeg

Maria Maddalena

Jpeg

Maria Maddalena

LUIGI POPEO 5 PS VERDEBotticelli nascita venere_20130110_1919013198

 

Passioni umane..Amore..Pazzia..(la visione del Sabba- 1988 Marco Bellocchio)   Leave a comment


Nato a Piacenza il 9 novembre 1939, dopo aver completato gli studi presso istituti religiosi, si iscrive alla facoltà di Filosofia della Cattolica di Milano.
Nel 1959 decide di trasferirsi a Roma per frequentare il Centro Sperimentale di Cinematografia. In seguito segue i corsi di cinema della Slade School of Fine Arts di Londra, quando ha già diretto i cortometraggi Abbasso lo zio(1961), La colpa e la pena (1961) e Ginepro fatto uomo (1962). Appassionato di Visconti e di Renoir, nonché del cinema “provinciale” di Antonioni e di Fellini, nel 1965 esordisce nella regia con I pugni in tasca, ritratto dissacrante e grottesco epitaffio dedicati all’istituzione della famiglia. Come protagonista maschile di questo film di rottura vorrebbe Gianni Morandi, ma il produttore discografico si oppone categoricamente ordinando al giovane cantante di Monghidoro di mietere altrove i suoi successi, soprattutto nelle piazze affollate del Cantagiro. Il posto viene occupato da un altro ragazzo, un anglosvedese che frequenta il Centro Sperimentale, Lou Castel, che si rivelerà presto l’attore più emblematico del suo cinema. Due anni dopo continua a mettere sotto accusa i mali della società borghese, senza trascurare critiche nei confronti dei falsi rivoluzionari in La Cina è vicina (1967), mentre il suo nome viene sempre più accostato a quello di un altro illustre emiliano, Bernardo Bertolucci, anche lui autore di un eccellente debutto (Prima della rivoluzione, 1964).
Considerato uno dei registi italiani più politicamente impegnati, negli anni ’70 si spinge nell’interno delle istituzioni per denunciarne violenze, soprusi ed ingiustizie. Un collegio (Nel nome del padre, 1972), il manicomio (Matti da slegare – Nessuno o tutti, 1975), o l’ambiente militare (Marcia trionfale, 1976). La lotta sembra proseguire anche nell’ambito della sua vita privata. “Sono uno in perenne lotta contro la normalità, perché credo che la normalità non sia compatibile con la ricerca artistica.”
A metà degli anni ’80 riceve molte critiche per essersi fatto affiancare dal suo psicanalista Massimo Fagioli durante la lavorazione de Il diavolo in corpo (1986). In seguito, sempre con Fagioli, si avvia verso un lungo periodo di esplorazione cinematografica dell’inconscio. Nel 1997 porta sullo schermo un testo di Heinrich von Kleist, Il principe di Homburg (presentato al Festival di Cannes) con cui riscuote un grande successo di critica e di pubblico, riconfermandosi regista lucido, rigoroso e appassionato. Successo ugualmente destinato ad un’altra trasposizione cinematografica, stavolta di Pirandello (La balia, 1999). Ma è già pronto per tornare a volgere la sua attenzione verso i dilemmi dei giorni nostri, come quello di un padre laico (Sergio Castellitto) indeciso se far frequentare o meno al proprio figlio L’ora di religione, oppure di offrirci una lettura del tutto intimistica e personale del sequestro di Aldo Moro con Buongiorno, notte(2003). Nel 2006 ritorna in grande stile, applauditissimo dalla critica, con il film Il regista di matrimoni, protagonista di nuovo Sergio Castellitto, al centro di una nuova riflessione sulla religiosità e sul conflitto fra artista e società.

Nel 2009 ha partecipato come unico italiano al festival di Cannes, selezionato in concorso. Il suo film Vincere, dedicato alla moglie segreta di Mussolini, non ha ricevuto nessun premio ma ha diversi elogi soprattutto dalla stampa straniera.

Rigoletto a Mantova (regia)  Marco Bellocchio   2015
Sangue del mio sangue(regia, sceneggiatura)  Marco Bellocchio  2015
Bella addormentata(regia, sceneggiatura, soggetto)  Marco Bellocchio  2012
Sorelle Mai(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   2010
Vincere(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   2009
Il regista di matrimoni(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   2006

Buongiorno notte(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   2003

Stessa rabbia stessa primavera(attore)   Stefano Incerti  2003
L’ora di religione(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   2001
La balia(regia)   Marco Bellocchio    1999
Il principe di Homburg (2)(regia)    Marco Bellocchio   1997
Il sogno della farfalla(regia)    Marco Bellocchio    1994
La condanna(regia)   Marco Bellocchio  1991
La visione del sabba(regia)  Marco Bellocchio  1988
Diavolo in corpo(regia)   Marco Bellocchio   1986
Enrico IV (2)(regia, sceneggiatura)   Marco Bellocchio   1984
Gli occhi, la bocca(regia)   Marco Bellocchio    1982
Salto nel vuoto(regia)   Marco Bellocchio   1980
Il gabbiano (2)(regia)   Marco Bellocchio   1977
Marcia trionfale(regia)   Marco Bellocchio   1976
Matti da slegare(regia)   Marco Bellocchio, Sandro Petraglia, Silvano Agosti, Stefano Rulli  1975
Nel nome del padre (1)(regia)   Marco Bellocchio   1972
Sbatti il mostro in prima pagina(attore, regia)   Marco Bellocchio   1972
Amore e rabbia(regia)   Bernardo Bertolucci, Carlo Lizzani, Jean-Luc Godard, Marco Bellocchio, Pier Paolo Pasolini  1969
La Cina è vicina(regia)  Marco Bellocchio   1967
I pugni in tasca(regia)   Marco Bellocchio   1965
Abbasso il zio(regia)   Marco Bellocchio   1961

Struggente canzone, datata 1955 ed ispirata al suicidio del principe Raimondo Lanza di Trabia, nella sua versione originale.

un grande film  “Sorelle mai”

http://vk.com/search?c%5Bq%5D=sorelle%20mai&c%5Bsection%5D=video&c%5Bsort%5D=2&z=video77569995_165130168

(per vedere il film..è necessario..cambiare il DSN del vostro computer. è una operazione facile..basta seguire la procedura di questo link  .

Molti di voi (coloro che usano DNS italiani) si saranno accorti che nelle scorse ore molti siti usati per la condivisione di file (siti di filesharing) non sono funzionanti perché sono stati oscurati dai provider italiani di servizi internet.
Tra i siti oscurati troviamo: Firedrive.com , Rapidgator.net , Vmail.ru , Video.tt, VK.com e forse altri.
Alcuni siti hanno cambiato dominio, altri forse lo faranno ma l’unica vera soluzione ècambiare i DNS.

Cambiare i DNS.

Dovete cambiare i vostri DNS Standard con dei DNS esteri, vi consigliamo i DNS di google oppure i DNS di Opendns. In alternativa, Se non riuscite a cambiare i dns, potete usare il BROWSER “COMODO” con dns propri incorporati.

GoogleDNS:
Primario: 8.8.8.8
Secondario: 8.8.4.4

OpenDNS:
Primario: 208.67.222.222
Secondario: 208.67.220.220

La Procedura
La procedura varia a seconda del sistema operativo, Qui elencheremo i più usati, per gli altri basta fare una ricerca su google digitanto “cambio DNS” + il vostro sistema operativo.

http://www.cb01.eu/siti-filesharing-oscurati-soluzione-guida-cambio-dns/

I grandi film di Marco Bellocchio   1 comment


SANGUE DEL MIO SANGUE

Una recensione è fatta di parole che devono combinarsi in frasi, frasi che rappresentino una situazione reale e che rimandino a essa in modo semplice; chi recensisce ha il duplice obbligo di significare qualcosa di concreto intuitivamente.

Obbligo che può invece trascurare chi realizza l’opera d’arte, e che infatti Marco Bellocchio, con Sangue del mio sangue, ha mandato cordialmente a spasso. “Non mi sono preoccupato di costruire, per questo film, un’architettura drammaturgica assoluta e perfetta. – ha dichiarato il regista a proposito della sua nuova pellicola, – La libertà è lo spirito di questo film“.

Ma sciogliamo un poco, innanzi tutto, i fili del racconto. Bobbio, prima età moderna: un francescano, morto suicida dopo una storia d’amore con Benedetta, una clarissa (Lidiya Liberman), viene inumato in terra sconsacrata; il soldato Federico, (Pier Giorgio Bellocchio), insofferente dell’indegna sepoltura del fratello, incita la comunità ecclesiastica di cui faceva parte il defunto a intentare un processo alla suora, accusandola di stregoneria, così da poter dimostrare che il fratello è morto non per mano propria, bensì per opera del Demonio. Tuttavia la somiglianza tra i due fratelli, il prete e il soldato, e il fascino della giovane monaca, non macheranno di esercitare la propria influenza sugli eventi.

Nel frattempo, ai nostri giorni il carcere di Bobbio è diventato un edificio pericolante che il Comune vorrebbe vendere a un privato, un miliardario russo; ma la vendita andrebbe a danneggiare gli interessi del “comitato” cittadino e in particolare del Conte (Roberto Herlitzka), che durante la notte, quando la sua natura lo lascia libero di uscire dalla sua prigione, escogiterà un piano affinché ciò che rappresenta perseveri nel suo male.

22298-trailer-sangue-del-mio-sangue

Prendendo spunto dalle parole dello stesso Bellocchio, proviamo a porre proprio la libertà come motivo del soggetto di Sangue del mio sangue: suor Benedetta, sottoposta dagli inquisitori a torture inumane volte a produrre una falsa confessione, a tutto ciò reagisce con il suo corpo immobile. Alla retorica pretesca, che occulta rabbia e mendacia dietro un muro di pomposità, risponde con il silenzio. “Benedetta è l’immagine di una bella libertà che non vuole arrendersi“, conferma Bellocchio, che pure ammette di essere ancora incapace di scindere la propria concezione della Chiesa dalla nozione di potere. Dai vincoli, in cui il potere dell’istituzione e dell’ingiustizia costringono l’uomo, solo il silenzio e la non-reazione possono garantirgli la sua libertà.

Ma il confronto tra potere e libertà resta una prova muscolare da entrambe le parti; a ben vedere, cioè, si presenta come un confronto tra due forme di potere. Perché in fondo che cosa sono il contatto fugace tra due sguardi, la presenza della bellezza e l’incontro tra due silenzi se non lacci della seduzione? Che altro è, se non potere, la passione che Benedetta è capace di suscitare?

Il carattere ambiguo della libertà è chiaramente denunciato dalla storia ambientata ai nostri giorni: il nemico del piccolo regime d’irregolarità istituito dal “comitato” non è l’equità o quant’altro possa venire accostato all’idea di libertà, ma solo un altro piccolo regime d’irregolarità. Il potere, rappresentato da un manipolo di farabutti, è minacciato da altri farabutti, non dai rappresentanti della libertà.

Ecco che allora questa bella illusione, la libertà, getta la maschera e rivela il suo potere mortifero.

sangue_del_mio_sangue5-1

Ma ricordiamoci le parole che Bellocchio ha speso in merito a Sangue del mio sangue: “Il mio non è un film all’americana, dove tutto è razionalistico e consequenziale“. Il regista ha messo in conto che non tutto torni e mette in guardia lo spettatore dalla ricerca, nel suo film, di una logica intuitiva, di una coerenza all’interno della quale sentirsi a proprio agio.Perché ogni ordine, con il suo carattere necessario, è anch’esso una forma di potere; potere che costringe il regista a far scendere a patti la propria immaginazione con le aspettative dello spettatore, e potere che costringe quest’ultimo con il fascino della prevedibilità.

 

Sangue del mio sangue, pertanto, è un film che, con il suo procedere incoerente, mantiene paradossalmente una sua coerenza dall’inizio alla fine: araldo di libertà, sullo spettatore non esercita alcun potere.

Gabriele Flamigni per Radioeco

POTETE VEDERE IL FILM IN STREAMING

http://cb-01.eu/a-sangue-del-mio-sangue-2015/

 

Struggente canzone, datata 1955 ed ispirata al suicidio del principe Raimondo Lanza di Trabia, nella sua versione originale.

un grande film  “Sorella mai”

http://vk.com/search?c%5Bq%5D=sorelle%20mai&c%5Bsection%5D=video&c%5Bsort%5D=2&z=video77569995_165130168

COLLEZIONE MARCO BELLOCCHIO

MARCO BELLOCCHIO [ 1939 ]

Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Marco_Bellocchio

BELLA ADDORMENTATA [ 2012 ]

Scheda: http://www.mymovies.it/film/2012/bellaaddormentata

Streaming.nowvideo1pt: http://www.nowvideo.co/video/b86ac3bcee452

Streaming.nowvideo2pt: http://www.nowvideo.co/video/1c7b97f396bc5

Streaming.vk1pt: http://vk.com/video177456231_164010563?hash=ef73f9ab49c9ad0b

Streaming.vk2pt: http://vk.com/video177456231_164010562?hash=ee32a6fcb907fc57

Incontro con Marco Bellocchiohttp://www.youtube.com/watch?v=hPYEmZh-Paw

SORELLE MAI [ 2010 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/film/2010/sorellemai

Streaming.vk: http://vk.com/video170168932_163855891?hash=7d109a603d2befa4

Conferenza stampahttp://www.youtube.com/watch?v=_rSqDVCGMlY

VINCERE [ 2009 ]

Scheda: http://www.mymovies.it/film/2009/vincere

Streaming.nowvideo1pt: http://www.nowvideo.co/video/f65930483a195

Streaming.nowvideo2pt: http://www.nowvideo.co/video/627b48f5c11e4

Streaming.vk: http://vk.com/video161288347_162943760?hash=24ea28ec8ed3fd11

SORELLE [ 2006 ]

Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=44780

Streaming.vk: http://vk.com/video161288347_163146054?hash=fcfae694123dad8e

IL REGISTA DI MATRIMONI [ 2006 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=35684

Franco Erica è un padre turbato dal matrimonio della figlia con un fervente cattolico ed è un regista in crisi che sta preparando su commissione l’ennesima riduzione dei Promessi Sposi. Uno scandalo scoppiato all’interno della produzione “manzoniana” lo costringe a una fuga a sud, dove incontrerà Enzo, umile regista di matrimoni, e Ferdinando Gravina, illustre principe decaduto di Palagonia. Il nobile siciliano propone a Franco Elica di partecipare alle nozze della figlia Bona e di “cinematografare” l’evento. Elica, invece, se ne innamora, e sostituendosi alla provvidenza, filmerà per lei un diverso finale, di connubio? Di nubilato? Di fuga?
Tre sono gli epiloghi possibili di un film-omnia che procede per scene sospese e sequenze non finite. Tre pure sono i registi dei matrimoni che “non s’hanno da fare”: a Franco Elica, alter ego del regista piacentino, in cerca della sua identità sostanziale e profonda, si contrappone nel film l’ossessivo Smamma, che ne cerca al contrario una apparente e ridondante. Smamma, uno strepitoso e ‘casteliano’ Gianni Cavina, è il “fu Pascal” pirandelliano che si finge morto per vincere un “Davide di Michelangelo” e per essere riconosciuto come uomo e come autore. Il personaggio di Cavina eredita i pugni in tasca di Lou Castel, di cui continua a sperimentare la rabbia aggiornando la sua furia personale. A rielaborare fino a trasformare quella collera è invece il regista dal nome futurista (Elica) interpretato da Sergio Castellitto, personaggio che prosegue idealmente la formazione spirituale e laica di Ernesto Picciafuoco ne L’ora di religione. Il regista di Castellitto mette in atto una fuga attiva in una Sicilia barocca ma diffusa di piacentinità, dove incontra personaggi veri, che rivendicano il primato dell’esistenza contro la recita della vita. Bellocchio ribadisce la conversione laica del suo cinema e il diritto ad esprimere il proprio ateismo, che non è mai una lotta contro la religione perché più di ogni altro questo autore e questo film restituiscono lo sguardo metafisico di Dio: le integrazioni delle immagini in 35mm con quelle meno definite del digitale irrompono ad osservare o a assistere il protagonista. Bellocchio nella sua opera più lirica privilegia la “sovversività” dell’arte, la settima, ancora capace di riferire la bellezza. Per questa ragione al centro del suo cinema c’è ancora una volta un soggetto femminile, una principessa quasi sposa di cui filma la progressione umana, l’enfasi emotiva e la scelta finale di un sentimento (libero per Elica, costretto per lo sposo) che esiste a prescindere da tutto, dalla famiglia, dalla società, dalla religione, e si trasforma in qualcosa di reale come una corsa in treno verso un amore probabilmente edonistico (non riproduttivo), ma maledettamente seducente per l’immaginario collettivo.

Straming Nowvideo   http://www.nowvideo.li/video/c1b648613c370

Streaming.vk: http://vk.com/video3620468_162160078

BUONGIORNO, NOTTE [ 2003 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/film/2003/buongiornonotte

Streaming.vk: http://vk.com/video166609569_162245737?hash=50dbbef98cfb6068

L’ORA DI RELIGIONE [ 2002 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=33916

Streaming.vk: http://vk.com/video161288347_163000264?hash=7b1e526e2246fa40

APPUNTI PER UN FILM SU ZIO VANJA [ 2002 ]
Scheda: http://www.imdb.com/title/tt1727773
Streaming:

ELENA mediometraggio [ 2002 ]

ADDIO DEL PASSATO documentario [ 2002 ]
Scheda: http://it.wikipedia.org/wiki/Addio_del_passato
Streaming:

L’AFFRESCO cortometraggio [ 2000 ]

LA BALIA [ 1999 ]
Scheda: http://it.wikipedia.org/wiki/La_balia_(film)
Streaming:

LA RELIGIONE DELLA STORIA film televisivo [ 1998 ]

IL PRINCIPE DI HOMBURG [ 1996 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=19206
Streaming.vk: http://vk.com/video198024012_164950736?hash=babfc30aea5cfdae

SOGNI INFRANTI documentario televisivo [ 1995 ]
Streaming.vimeo: http://vimeo.com/66354206

IL SOGNO DELLA FARFALLA [ 1994 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=23167
Streaming:

LA CONDANNA [ 1991 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=6092
Streaming.vk: http://vk.com/videos163502455?q=la%20condanna&section=search&z=video131894492_162122956
Streaming.youtube: http://www.youtube.com/watch?v=MGQLoS98MJM

LA VISIONE DEL SABBA [ 1988 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=27715
Streaming:

DIAVOLO IN CORPO [ 1986 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=7421
Streaming.vk: http://vk.com/videos163502455?q=diavolo%20in%20corpo&section=search&z=video203778267_165006828
Streaming.youtube: http://www.youtube.com/watch?v=jmblqPKBZkY

ENRICO IV [ 1984 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=28674
Streaming:

GLI OCCHI, LA BOCCA [ 1982 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=16747
Streaming:

VACANZE IN VAL TREBBIA [ 1980 ]
Scheda: http://it.wikipedia.org/wiki/Vacanze_in_Val_Trebbia
Streaming:

SALTO NEL VUOTO [ 1980 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=21405
Streaming.movshare: http://www.movshare.net/video/4e1f5f2f4136b
Streaming.vk: http://vk.com/video163502455_164840196?hash=136d25f17fc77150

LA MACCHINA CINEMA documentario televisivo [ 1979 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=70103
Streaming:

IL GABBIANO film televisivo [ 1977 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=10006
Streaming:

MARCIA TRIONFALE [ 1976 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=14158
Streaming:

MATTI DA SLEGARE documentario televisivo [1975 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=14471
Streaming:

SBATTI IL MOSTRO IN PRIMA PAGINA [ 1972 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=21602
Streaming.veoh: http://www.veoh.com/watch/v159240394dx5nh7P
Streaming.vk: http://vk.com/video177456231_163734201?hash=3d71a963a4a8ea90

NEL NOME DEL PADRE [ 1972 / director’s cut 2011 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/film/1972/nelnomedelpadre
Streaming:



AMORE E RABBIA episodio DISCUTIAMO, DISCUTIAMO [ 1969 ]

Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=1357

Streaming.vk: http://vk.com/video163502455_164900668?hash=a35c028852794b04

VIVA IL 1° MAGGIO ROSSO PROLETARIO documentario televisivo [ 1969 ]

IL POPOLO CALABRESE HA RIALZATO LA TESTA documentario televisivo [ 1969 ]

LA CINA E’ VICINA [ 1967 ]
Scheda: http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=5365
Streaming.vk: http://vk.com/videos163502455?q=la%20cina%20è%20vicina&section=search&z=video13370456_162314902

I PUGNI IN TASCA [ 1965 ]
Scheda: http://it.wikipedia.org/wiki/I_pugni_in_tasca
Streaming.youtube: http://www.youtube.com/watch?v=K8E1LdqE00g

GINEPRO FATTO UOMO mediometraggio [ 1962 ]
LA COLPA E LA PENA cortometraggio [ 1961 ]

ABBASSO LO ZIO cortometraggio [ 1961 ]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: