Archivio per la categoria ‘simbolismo

La Bibbia..è il testo sacro..della spiritualità..ebraica..antica.Vi si leggono..delle verità..profonde.. ma vi si leggono..anche..le menzogne..aggiunte..dalla casta..sacerdotale..ebraica.   Leave a comment


Ho letto 12 anni la Bibbia..è un privilegio..solo agli inizi del ‘900..non era ammesso dalla Chiesa cattolica..la sua lettura.

I laici..dovevano essere diretti da un sacerdote..perchè..mancavano…

del discernimento necessario..a comprendere..il suo significato.

L’esperienze..della vita..e le conseguenti..riflessioni..mi hanno fatto capire..

che in essa..vi sono..verità..illuminanti..ma anche delle aggiunte interessate..

dei sacerdoti.,.Farisei..per il loro interesse personale.

 

E’ incredibile..a pensarci..come questa..inizi..con due..racconti..della Creazione.

primo racconto

 

1 In principio Dio creò il cielo e la terra. 2 La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l’abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque.
3 Dio disse: «Sia la luce!». E la luce fu. 4 Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dalle tenebre 5 e chiamò la luce giorno e le tenebre notte. E fu sera e fu mattina: primo giorno. (e seguenti..)

 

26 E Dio disse: «Facciamo l’uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza,

 

Risultati immagini per david michelangelo

 

27 Dio creò l’uomo a sua immagine;
a immagine di Dio lo creò;
maschio e femmina li creò.

 

Questo..è..il secondo racconto..della Genesi..

 

 

7 allora il Signore Dio plasmò l’uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l’uomo divenne un essere vivente.

20 Così l’uomo impose nomi a tutto il bestiame, a tutti gli uccelli del cielo e a tutte le bestie selvatiche,

ma l’uomo non trovò un aiuto che gli fosse simile.

21 Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull’uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto. 22 Il Signore Dio plasmò con la costola, che aveva tolta all’uomo, una donna e la condusse all’uomo.

23 Allora l’uomo disse:
«Questa volta essa
è carne dalla mia carne
e osso dalle mie ossa.
La si chiamerà donna
perché dall’uomo è stata tolta».
24 Per questo l’uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne. 25 Ora tutti e due erano nudi, l’uomo e sua moglie, ma non ne provavano vergogna.

 

 

Se la Bibbia..è..la Parola autentica..di Yahweh.. allora..è..un pò..strana..

come può essere..che Dio..abbia detto due racconti differenti..

non si tratta di formalità..insignificanti..

ma di concezioni..dell’uomo..completamente..differenti..

Perchè..nel primo caso..

l’uomo e la donna..sono stati fatti..ad immagine..e somiglianza..di Dio..

nel secondo..invece..

la donna è stata creata..con una costola di Adamo..cioè..la sua carne.. le conseguenze..che ne derivano..sono bel spiegate..dal loghion..che si legge..nel vangelo di Tommaso..

 

121.) Simone Pietro disse loro: – Maria si allontani di mezzo a noi, perché le donne non sono degne della Vita! – Gesù disse: – Ecco, io la trarrò a me in modo da fare anche di lei un maschio, affinché anch’essa possa diventare uno spirito vivo simile a voi maschi. Perché ogni donna che diventerà maschio entrerà nel Regno dei Cieli¹.

 

Pietro..parla..secondo ..la dottrina..ricevuta..dai sacerdoti..Farisei..sono  loro..che verosimilmente..hanno scritto..il secondo racconto della genesi..

 
Il motivo..è presto detto..

il secondo racconto della genesi..afferma..che Dio..ha creato la donna..con la “Carne” di Adamo..

la donna è.. “carne della stessa carne”.. dell’uomo..ma..non possiede..“l’anima” ..

la casta sacerdotale ebraica.. ha stravolto…la verità..della Creazione..

per dominare..la donna..

le conseguenze..si sono sparse..in tutta l’umanità..

 

la donna..di conseguenza..è stata ritenuta..un essere inferiore..

tentatrice.. un essere..da dominare..

 

questa..menzogna..è passata..intatta..nella Storia..dell’uomo..

è rimasta..intatta..nella chiesa cristiana..con le aberranti conseguenze..del caso…

 

poi..con Maometto.. questa superiorità..maschile..dell’uomo..sulla donna..

è continuata..per i secoli..in avvenire..

 

97.) Gesù disse: – Venite a me, perché leggero è il mio giogo e dolce la mia autorità, e troverete la Quiete per voi stessi!¹

 

68.) Gesù disse: – Io rivelo i miei misteri a coloro che sono degni dei miei misteri 1. Quello che fa la tua destra, lo ignori la tua sinistra².

 

58.) I discepoli gli dissero: – Può essere utile o no la circoncisione? – Ed egli disse loro: – Se fosse utile, il loro Padre li avrebbe generati circoncisi già dalla madre. Ma la sola circoncisione in ispirito è veramente utile¹.

 

46.) Gesù disse: – A chi ha verrà dato, ma a chi non ha verrà tolto anche il poco che possiede¹.

 

44.) Gesù disse: – I farisei e gli scribi hanno ricevuto le chiavi della conoscenza, ma essi le hanno nascoste: non hanno saputo entrare essi stessi, né hanno lasciato entrare quelli che lo desideravano¹. Ma voi siate astuti come i serpenti e puri come le colombe².

 

 

 

un grande esegeta e teologo..David Donnini   Leave a comment


 

david donnini

http://www.etanali.it/mar_morto/files/01.htm

David Donnini, laureato nel 1975, ha frequentato un corso presso la Michigan Technological University (USA) nel 1990. Lavora come insegnante presso un Istituto Professionale Statale. Dal 1982 è impegnato nello studio delle origini storiche del Cristianesimo, ed ha pubblicato alcuni lavori su questo argomento [vedi sotto]. Ha effettuato un viaggio fotografico in Palestina, dove ha ripreso alcuni importanti siti archeologici.
Qui ha approfondito i suoi contatti col professor Daniel Gershenson (Studi Classici, presso lo Humanities Center della Università di Tel Aviv) che concorda con la sua interpretazione e che lo aiuta nelle sue ricerche.

 

 

VANGELO COPTO DI TOMASO (estratto)
…..
16 – Gesù disse: Forse gli uomini pensano che io sia venuto a gettare la pace sul mondo, ignorando che io sono venuto a gettare divisioni, fuoco, spada, guerra. Cinque saranno in una casa: tre contro due e due contro tre, il padre contro il figlio e il figlio contro il padre, ed essi se ne staranno soli.

28 – Gesù disse: Stetti in mezzo al mondo, e mi manifestai loro in carne. Li trovai tutti ubriachi, tra essi non trovai alcuno assetato. E l’anima mia è tormentata per i figli degli uomini, perché in cuor loro sono ciechi e non capiscono: vennero nel mondo vuoti e cercano di uscire dal mondo vuoti. D’altronde, ora sono ubriachi. Allorché avranno digerito il loro vino, allora faranno penitenza.

31/32 – Gesù disse: Un profeta non è accetto nel suo paese. Un medico non guarisce quelli che lo conoscono. Una città costruita su di un alto monte e fortificata, non può cadere né essere nascosta.

58 – Gesù disse: Beato l’uomo che ha sofferto. Egli ha trovato la vita.

67 – Gesù disse: Colui che conosce tutto, ma non conosce sé stesso, ignora tutto.

101 – Gesù disse: Colui che non odia suo padre e sua madre come me, non è adatto ad essere mio discepolo. E colui che non ama suo Padre e sua Madre come me, non può divenire mio discepolo. Poiché mia madre… [mi ha dato la morte ?], ma la mia vera Madre mi diede la vita.

114 – Simon Pietro disse loro: Maria deve andar via da noi! Perché le femmine non sono degne della vita. Gesù rispose: Ecco, io la guiderò in modo da farne un maschio, affinché lei diventi uno spirito vivo uguale a noi maschi. Poiché ogni femmina che si fa maschio entrerà nel regno dei cieli.

Si tratta di uno scritto gnostico che fu rinvenuto nel 1945 presso Nag Hammadi, in Egitto, da un contadino che scavava nel terreno. In quell’occasione fu scoperta una intera collezione di scritti gnostici, in lingua copta, che erano ormai dati per scomparsi da secoli. Questo testo, le cui origini possono essere fatte risalire al II secolo, è un complesso di 114 sentenze, introdotte generalmente dalla formula “Gesù disse”. I Vangeli gnostici non hanno l’impostazione biografico-narrativa tipica dei vangeli cosiddetti canonici. Quest’opera “…si rivela uno scritto esoterico contente parole che non devono essere svelate ai profani, la comprensione delle quali è apportatrice di vita. Ogni detto forma un’unità indipendente e solo raramente si osserva un piccolo raggruppamento di detti (o loghia) collegati ad un tema, da parole chiave o da riferimento dell’uno all’altro… i detti sono per lo più assai brevi e hanno la forma di prescrizioni, sentenze, aforismi; qualche volta si incontrano brevi conversazioni con i discepoli, con Simon Pietro, con Maria, con Matteo e Tomaso… Qualche detto è molto vicino a parole o parabole dei vangeli canonici…” (Luigi Moraldi, Apocrifi del Nuovo Testamento, UTET, 1975)]

 

http://www.etanali.it/mar_morto/files/premesse.htm

L’IMMAGINE DI CRISTO NEGLI SCRITTI DEGLI STORICI ROMANI

Se i romani si sono impeganti tanto, specialmente in alcuni periodi particolari, a perseguitare i cristiani, sarà certamente utile analizzare come li consideravano essi stessi e che cosa hanno scritto di loro, per mano di alcuni storici famosi. In pratica, purtroppo, ciò che è uscito dalla penna degli scrittori romani, relativamente a Gesù e ai suoi seguaci, può essere riassunto in poche stringatissime righe.
Così scrisse Svetonio (65-135), riferendosi ad un fatto che risale al 49:

“…egli [l’imperatore Claudio] scacciò da Roma i Giudei che, istigati da Cristo, erano continuamente in lotta…” (Claudius XXV, 4);
e ancora, con riferimento a fatti che risalgono al 64, cioè al periodo della repressione neroniana:
“…gente che presta fede ad una nuova e malefica superstizione…” (Nero, XVI).
Così scrisse Tacito (55-120), riferendosi anch’egli all’epoca neroniana:
“…furono puniti i cristiani, un gruppo di persone dedite ad una superstizione nuova e malefica. Quel nome essi derivarono da Cristo, che sotto il regno di Tiberio fu mandato a morte dal procuratore Ponzio Pilato. Quella funesta superstizione, soffocata per breve tempo, riprendeva ora vigore diffondendosi non solo in Giudea, luogo d’origine di quel male, ma anche a Roma, dove da ogni parte confluiscono tutte le atrocità e le vergogne, trovandovi grande seguito…” (Annales XV, 44).
Così scrisse Plinio il Giovane nel 111:
“…erano soliti riunirsi alle prime luci dell’alba, ed innalzare un canto a Cristo, come se fosse un dio…” (Epistolae, 96).

 

 

“David..sei mio fratello..nel cammino della Conoscenza.La conoscenza vissuta dà Vita e ci conduce ad essere “nati da Dio”.Quello che insegni nella conferenza è profondo e teologico.Io sono come t..chiamato a conoscere ed a vivere la Gnosis. Quello che scrivo su internet ..è motivato da un unico intento: liberare i miei fratelli cristiani dalle Catene della religione..Religione cristiana che è al livello di “antico testamento”..peraltro..travisandolo.incapace di capire ciò che nella bibbia è Parola Storica..da ciò che è “insegnamento perenne”  (Misericordia io voglio..e non sacrificio).Sono convinto che anche Gesù sia una Parola storica..cioè detto in un contesto storico preciso ed in un contesto culturale,spirituale,ugualmente storico. Ma Dio è un Vivente..e quindi non può mai cessare di Parlare..però..oggi lo fà attraverso gli scienziati che scrutano l’Intelligenza del Dio Creatore..gli umanisti..gli psicologi etc; il motivo è presto spiegato..non può parlare con una Chiesa che è legata dalla sua stessa dottrina. La Dottrina cristiana è una “coercizione della mente” e la sua etica sessuale..è un peso “insopportabile” posto sulle spalle degli uomini.  Avevano la Perla più rara..e ne hanno fatto ..lo Zimbello dei popoli”  Andrea Sinicatti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: