Archivio per l'etichetta ‘Florencia

ITALY..FLORENCE… is wonderful.. Art..Nature..Food   Leave a comment


FLORENCE

HPIM0894

FIRENZE  LIVE CAM  PALAZZO VECCHIO

http://www.skylinewebcams.com/it/webcam/italia/toscana/firenze/piazza-signoria.html

HPIM0582

Palazzo Vecchio e i suoi tesori

Commissionato nel 1299 ad Arnolfo di Cambio dal comune di Firenze per ospitare i Priori Maggiori, divenne nel XV secolo Palazzo della Signoria, dal nome dell’organismo principale della Repubblica fiorentina. La torre (detta di Arnolfo), alta 94 m. ed oggi uno degli emblemi della città, venne terminata alla fine del XV secolo e racchiude la stanza dell’ Albergaccio, dove sono stati imprigionati Cosimo il Vecchio nel 1433 e fra’ Girolamo Savonarola nel 1498. Nel 1540 divenne Palazzo Ducale, quando il duca Cosimo I de’ Medici ne fece la sua residenza. Fu, quindi, su disegno del Vasari, trasformato in una sontuosa reggia nella quale ancora oggi possiamo ammirare il Cortile di Michelozzo, il Salone dei Cinquecento, il prezioso Studiolo di Francesco I, gli affreschi raffinati del Quartiere di Eleonora e del Quartiere degli Elementi.
Le opere d’arte racchiuse all’interno del palazzo sono moltissime. Gli affreschi furono eseguiti da importanti artisti del tempo come il Ghirlandaio, il Bronzino, Francesco Salviati e lo stesso Vasari. Tra le sculture possiamo citare capolavori come il Genio della Vittoria di Michelangelo e il gruppo bronzeo della Giuditta e Oloferne di Donatello.
Il nome di Palazzo Vecchio lo assunse nel 1565 quando la corte del Duca Cosimo si spostò nel “nuovo” Palazzo Pitti. Per consentire ai Medici spostamenti in tutta sicurezza fra i due edifici fu realizzato un camminamento soprelevato e protetto, noto come Corridoio Vasariano, che oggi ospita una ricca collezione di autoritratti di vari artisti. Dal 1865 al 1871 (con Firenze capitale) il palazzo fu sede del Parlamento italiano, mentre oggi ospita, in alcuni ambienti, il Sindaco della città e vari uffici comunali.
L’edificio, nel tempo, si è gradualmente ingrandito verso est, arrivando ad occupare un intero isolato e allungando l’iniziale parallelepipedo trecentesco fino a quadruplicarne le dimensioni, con una pianta che ricorda un trapezio del quale la facciata è solo il lato più corto.

Francesco I de’ Medici e lo Studiolo di Palazzo Vecchio

HPIM0895

Perseo

Dio,Terra,Italia,Toscana,Firenze,botteghe,artigianato, (1)   Leave a comment


HPIM1144HPIM1143HPIM1142HPIM1141HPIM1140HPIM1139HPIM1138HPIM1137HPIM1132HPIM1131HPIM1128HPIM1127HPIM1126HPIM1125HPIM1124HPIM1123HPIM1122HPIM1121HPIM1120HPIM1133HPIM1119HPIM1118HPIM1117HPIM1116bottega maestri di fabbrica HPIM1113HPIM1112HPIM1111HPIM1110

HPIM1109botteghe maestri toscani 1      HPIM1130   HPIM1112HPIM1145  COCCOLE FASHION;FIRENZE Via del Corso

Florence..Florencia..Firenze..monumenti..statue..arte ..cultura   Leave a comment


HPIM0894

Palazzo Vecchio e i suoi tesori

Commissionato nel 1299 ad Arnolfo di Cambio dal comune di Firenze per ospitare i Priori Maggiori, divenne nel XV secolo Palazzo della Signoria, dal nome dell’organismo principale della Repubblica fiorentina. La torre (detta di Arnolfo), alta 94 m. ed oggi uno degli emblemi della città, venne terminata alla fine del XV secolo e racchiude la stanza dell’ Albergaccio, dove sono stati imprigionati Cosimo il Vecchio nel 1433 e fra’ Girolamo Savonarola nel 1498. Nel 1540 divenne Palazzo Ducale, quando il duca Cosimo I de’ Medici ne fece la sua residenza. Fu, quindi, su disegno del Vasari, trasformato in una sontuosa reggia nella quale ancora oggi possiamo ammirare il Cortile di Michelozzo, il Salone dei Cinquecento, il prezioso Studiolo di Francesco I, gli affreschi raffinati del Quartiere di Eleonora e del Quartiere degli Elementi.
Le opere d’arte racchiuse all’interno del palazzo sono moltissime. Gli affreschi furono eseguiti da importanti artisti del tempo come il Ghirlandaio, il Bronzino, Francesco Salviati e lo stesso Vasari. Tra le sculture possiamo citare capolavori come il Genio della Vittoria di Michelangelo e il gruppo bronzeo della Giuditta e Oloferne di Donatello.
Il nome di Palazzo Vecchio lo assunse nel 1565 quando la corte del Duca Cosimo si spostò nel “nuovo” Palazzo Pitti. Per consentire ai Medici spostamenti in tutta sicurezza fra i due edifici fu realizzato un camminamento soprelevato e protetto, noto come Corridoio Vasariano, che oggi ospita una ricca collezione di autoritratti di vari artisti. Dal 1865 al 1871 (con Firenze capitale) il palazzo fu sede del Parlamento italiano, mentre oggi ospita, in alcuni ambienti, il Sindaco della città e vari uffici comunali.
L’edificio, nel tempo, si è gradualmente ingrandito verso est, arrivando ad occupare un intero isolato e allungando l’iniziale parallelepipedo trecentesco fino a quadruplicarne le dimensioni, con una pianta che ricorda un trapezio del quale la facciata è solo il lato più corto.

Francesco I de’ Medici e lo Studiolo di Palazzo Vecchio

HPIM0843

HPIM0853    HPIM0854

HPIM0857

HPIM0885  HPIM0886

HPIM0887    HPIM0889

HPIM0890

HPIM0903

HPIM0895      HPIM0898

HPIM0610      HPIM0612

HPIM0592

HPIM0582         HPIM0581

HPIM0607

HPIM0909

HPIM0912    HPIM0914

HPIM0915    HPIM0916

(RITENGO CHE ABBIATE CAPITO….)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: